Inaugurazione dell’anno scolastico della «Scuola per lavorare nell'Agroalimentare», istituto della Fondazione Maddalena di Canossa a Castel Cerreto (Treviglio)

Serra-2-1024x768 (1)
La serra dell'istituto

Monsignor Mario Delpini, Arcivescovo di Milano, sarà a Treviglio venerdì 17 settembre. L’occasione della visita è l’inaugurazione dell’anno scolastico del nuovo istituto di Castel Cerreto, la «Scuola per lavorare nell’Agroalimentare» della Fondazione Maddalena di Canossa. Una scuola professionale cui si accede dopo la scuola secondaria di primo grado (quelle che una volta erano chiamate scuole medie).

Dalle 9 alle 10 l’Arcivescovo incontrerà gli studenti, gli insegnanti della scuola e alcuni docenti della città invitati per l’occasione oltre ai sacerdoti: l’appuntamento non è aperto ai fedeli. L’edificio della scuola, di proprietà della Fondazione Istituti Educativi di Bergamo e concesso alla Fondazione Maddalena di Canossa, è di nuovissima costruzione, è stato completato lo scorso luglio ed è circondato da 25 pertiche di terra dove gli alunni possono sperimentare la pratica dell’agricoltura. La frazione trevigliese di Castel Cerreto, d’altra parte, ha una fortissima e storica vocazione agricola e la scuola si inserisce come più recente tassello in questa storia.

Il corso proposto è della durata di tre anni con qualifica di Operatore agricolo e possibilità di un quarto anno con diploma di Tecnico agricolo. Le lezioni si svolgono presso gli spazi del nuovo centro in laboratori attrezzati, serre e terreno didattico, oltre che in aziende partner del territorio. Nella Scuola per lavorare nell’Agroalimentare si formeranno figure professionali in grado di operare su tutte le fasi della filiera, dalla produzione della materia prima in azienda fino alla trasformazione.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi