Secondo quanto auspicato da papa Francesco al termine del Giubileo, il cardinale Scola l’ha indetta per la prima Domenica di Quaresima, con la proposta di un incontro di preghiera con lectio divina in parrocchia. Lettera di monsignor Tremolada, in allegato materiali per l’incontro di preghiera

di Pierantonio TREMOLADA
Vescovo ausiliare e Vicario episcopale

Bibbia

Ai Reverendi Parroci della Diocesi di Milano

Carissimi Confratelli nel Signore,

lo scorso 20 novembre Papa Francesco, a conclusione dell’anno giubilare della misericordia, ha pubblicato la Lettera apostolica Misericordia et misera. In essa così si esprime: «Sarebbe opportuno che ogni comunità, in una domenica dell’Anno liturgico, potesse rinnovare l’impegno per la diffusione, la conoscenza e l’approfondimento della Sacra Scrittura: una domenica dedicata interamente alla Parola di Dio, per comprendere l’inesauribile ricchezza che proviene da quel dialogo costante di Dio con il suo popolo. Non mancherà la creatività per arricchire questo momento con iniziative che stimolino i credenti a essere strumenti vivi di trasmissione della Parola. Certamente, tra queste iniziative vi è la diffusione più ampia della lectio divina, affinché, attraverso la lettura orante del testo sacro, la vita spirituale trovi sostegno e crescita. La lectio divina sui temi della misericordia permetterà di toccare con mano quanta fecondità viene dal testo sacro, letto alla luce dell’intera tradizione spirituale della Chiesa, che sfocia necessariamente in gesti e opere concrete di carità (n. 7)».

Per dar corso all’auspicio del Santo Padre e in preparazione alla sua prossima visita nella nostra Diocesi, il Cardinale Arcivescovo ha istituito a partire dal corrente anno 2017 la “Domenica della Parola di Dio”, da celebrarsi sempre la prima domenica di Quaresima. Quest’anno tale giornata cadrà il 5 marzo.

Visti i tempi molto stretti e l’importante appuntamento della visita del Santo Padre, non vi sarà una convocazione diocesana. Lasciamo a ogni comunità di organizzarsi in modo opportuno, ma suggeriamo che vi sia almeno un’ora di preghiera straordinaria (da collocare nel pomeriggio o nella serata della domenica) nel corso della quale proporre una lectio divina, secondo lo stile praticato e insegnato dal cardinale C.M. Martini.

L’Ufficio dell’Apostolato Biblico predisporrà un sussidio con una proposta celebrativa, offrendo indicazioni perché si possa proporre la lectio divina. Verrà anche preparata una traccia per l’omelia domenicale.

L’attuazione immediata dell’auspicio papale è certamente un bel modo per prepararsi ad accogliere la visita di papa Francesco. In questo modo, tuttavia, vorremmo anche segnare l’avvio di una prassi diocesana che si intende proseguire negli anni a venire. La “Domenica della Parola di Dio” sarà una iniziativa che contribuirà a rendere sempre più vivo l’ascolto orante delle Sacre Scritture, tesoro inestimabile della Chiesa.

Sono certo che sapremo valorizzare al meglio questa proposta del Santo Padre, che il nostro Arcivescovo ha voluto sollecitamente accogliere e attuare.

Colgo l’occasione per augurare che la visita del Santo Padre sia occasione di grazia per ciascuno di voi e cordialmente saluto.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi