Link: https://www.chiesadimilano.it/news/chiesa-diocesi/il-segno-lattualita-di-martini-a-10-anni-dalla-morte-784853.html
Share

Presentazione

«Il Segno»: l’attualità di Martini a 10 anni dalla morte

Nel numero doppio di luglio/agosto un’inchiesta sul volontariato dopo il Covid e un approfondimento sulla povertà nel territorio diocesano vista dagli Empori della solidarietà

4 Luglio 2022

Politica, carità, sinodalità. Sono questi i temi che Il Segno ha scelto di proporre ai suoi lettori nel numero doppio di luglio/agosto per ricordare la straordinaria attualità dell’arcivescovo Carlo Maria Martini in occasione di un duplice anniversario: 20 anni dal termine del suo episcopato (11 luglio di 2002) e 10 dalla sua morte (31 agosto 2012). La profondità e la lungimiranza di Martini rendono ancora molto attuali i suoi interventi, di cui il mensile propone stralci e commenti. Si parte da Franco Monaco su politica e governo della città, ricordando il discorso tenuto dal Cardinale al Consiglio comunale di Milano su invito del sindaco Gabriele Albertini; don Virginio Colmegna, a partire dal convegno “Farsi prossimo”, ricorda lo stile che gli ambrosiani sono chiamati a vivere nel segno della carità; don Giuseppe Grampa, sulla sinodalità, indica i valori fondamentali (uguaglianza, fratellanza, giustizia, pace…) che la Chiesa degli apostoli deve incarnare, come Martini suggeriva nella lettera introduttiva al Sinodo 47°. E per approfondire questi temi e altri ancora, Il Segno segnala alcune pubblicazioni del Centro ambrosiano e di In dialogo.

La Proposta pastorale

Per restare sui temi ecclesiali, il teologo monsignor Claudio Stercal riflette sulla preghiera a margine della Proposta pastorale 2022-23 dell’Arcivescovo dal titolo Kyrie, Alleluia, Amen, per accompagnare il cammino della Chiesa ambrosiana. Anche il direttore don Fabio Landi nel suo editoriale riflette sul valore e sullo stile della preghiera nelle comunità (anche per gli atei).

Ampio spazio è riservato all’inchiesta di copertina sul volontariato: se l’emergenza Covid ha generato forme inedite di solidarietà e migliaia di “volti nuovi” disponibili ad aiutare gli altri, ha anche stravolto i metodi delle associazioni tradizionali, spesso formate da persone anziane che sono dovute rimanere “in panchina”, ma soprattutto legate a modalità di intervento e di “reclutamento” che non attraggono più e che di fatto hanno bloccato il ricambio generazionale. In merito parla anche il sociologo Riccardo Guidi, che sta collaborando a una nuova indagine dell’Istat.

I neet in crescita

Nella ampia sezione Attualità si analizza la crescita del fenomeno dei neet, giovani che non studiano e non lavorano (l’Italia è al quart’ultimo posto in Europa con un tasso del 25% tra 15-34 anni), con un contributo del demografo Alessandro Rosina e un approfondimento con la psicologa sociale Elena Marta. Lunedì 11 luglio, dalle 10.45 alle 11, l’autrice del servizio Laura Badaracchi ne parlerà in diretta su Padre Pio Tv (canale 145 del digitale terrestre o in streaming).

Non tutti i dipendenti della pubblica amministrazione sono da considerarsi semplici burocrati, c’è chi dall’interno riesce a migliorare il servizio rendendolo più umano, come si legge nel libro Persone fuori del comune di Michele Bertola.

Tempi duri per tante famiglie che non riescono ad arrivare a fine mese: senza sentirsi umiliate, possono rifornirsi presso i 34 empori e botteghe (di cui 27 di Caritas) distribuiti sul territorio diocesano.

Rischio mortalità elevatissimo in Zambia per le madri con problemi di salute che mettono al mondo bambini prematuri; per salvarli l’ospedale di Chirundu (promosso anni fa dalla diocesi ambrosiana) ha avviato il progetto “Ti presento Anna”. A sua volta Caritas ambrosiana, sempre molto attenta ai problemi del Sud del mondo, segnala nella nuova rubrica “Buone azioni” due progetti da sostenere con donazioni: in India per aiutare le donne a rendersi autonome economicamente; in Albania per promuovere la formazione giovanile.

Intelligenza artificiale e consigli per l’estate

La Chiesa, attraverso la Pontificia Accademia per la vita, si confronta con scienziati di 160 Paesi perché l’intelligenza artificiale sta modificando, anche in meglio, l’esistenza di tutti. Parla il sacerdote ambrosiano don Andrea Ciucci, componente della Pav e autore di un libro sulla sua esperienza di coordinatore di questa area.

Tempo di vacanze e di gite in montagna: pronti ad alzarsi in volo gli elicotteri della Delegazione lariana del Soccorso alpino: se ne parla con tanto di consigli agli appassionati per evitare rischi. Suggerimenti per il tempo di vacanza li offre (in “Voci dal silenzio”) anche la monaca di clausura Alessandra Regalia, superiora delle Romite di Bernaga, seppure in ferie non ci vada mai

E chi ama l’arte non può evitare di visitare il Santuario della Beata Vergine dei miracoli a Saronno, di cui si parla nella rubrica “Luoghi di Lombardia”. Ampio spazio ad altre pagine di cultura: si va dagli artisti di strada della compagnia teatrale Auriga ai film delle arene estive organizzate dalle “Sale della comunità”. Da leggere l’intervista al grande regista Vito Molinari (92 anni) che ha inventato il varietà in televisione: un grande personaggio di cui, inquadrando il QR code, si può vedere anche il video completo dell’intervista. Infine Il Segno inaugura la rubrica delle lettere dei lettori.