Alla Triennale appuntamento con esponenti dell'università, del design, della moda, dell'architettura, dell'editoria e della comunicazione

Triennale

Il secondo momento si terrà alle 15 alla Triennale di Milano (viale Alemagna 6) sul tema “Uscire dalla crisi maturando come uomini. L’anima di Milano nelle sue trasformazioni dal dopoguerra ad oggi”. Sarà un incontro col mondo della cultura. Invitati particolarmente, oltre a docenti, alunni delle Università, Accademia di Brera, Naba, Ied, anche i professionisti del design, dell’architettura, della moda, coloro che operano nell’editoria e nella comunicazione, gli aderenti ai centri culturali.

È in programma la visita guidata al Museo del design, nella sua nuova installazione sul design al tempo della crisi (anni Trenta: l’autarchia; anni Settanta: l’austerity; anni 2000: l’autoproduzione). A seguire gli interventi del presidente della Fondazione La Triennale di Milano, Claudio De Albertis, di una giovane creativa, di Arturo Dell’Acqua Bellavitis, preside della Facoltà Design e Moda al Politecnico, di un designer, di un architetto. La Chiesa milanese si metterà in ascolto di questo mondo che permea il tessuto culturale della città per coglierne le attese e le sfide, le ferite e i fermenti fecondi.

Nel solco della storia, dal dopoguerra a oggi, ci sta il seme di un futuro promettente. Qui la Chiesa si propone di camminare in una nuova collaborazione nella certezza della necessità di uscire insieme, dal tempo della crisi e dei cambiamenti, e di uscirne cresciuti umanamente e rafforzati nel tessuto sociale. Dal dopoguerra a oggi Milano ha già conosciuto profonde trasformazioni, subite (l’immigrazione), ma anche volute (il piano urbanistico, la cultura e i new media), che hanno dato nuova forma alla sua anima. Quest’anima della città è stata plasmata in modo decisivo dalla cultura: Milano è diventata una delle principali città universitarie del Paese, la capitale dell’editoria e della televisione, il punto di eccellenza dell’architettura, del teatro, del design e della moda.

Anche in momenti difficili come gli anni del terrorismo, di Tangentopoli e ora della crisi economica, la città non ha mai perso la sua profonda vocazione culturale: ora, in questa particolare congiunzione storica, Milano continua a essere una città che cresce urbanisticamente in modo nuovo (City Life, Portello.,.). che rilancia l’industria della moda e del design, che sviluppa le sue università e le internazionalizza, che raccoglie le sfide dei new media e le fa proprie.

 

L’arrivo della Croce di San Carlo con la Reliquia del Santo Chiodo portata dall’Arcivescovo, cardinale Angelo Scola, è previsto per le ore 16.

Info: Vicariato per Cultura (tel. 02.8556300; vic_cultura@diocesi.milano.it).

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi