Speciale

Lisbona capitale mondiale dei giovani

Sirio 20 -25 maggio 2024
Share

Portogallo

Il Patriarca di Lisbona: «I giovani della Gmg sono il volto della speranza»

Il cardinale Clemente presiederà la Messa d'apertura della Giornata mondiale della Gioventù: «Questa generazione segnerà un futuro nuovo». Da Tv2000 la videointervista a un'animatrice milanese

di Maria Chiara BIAGIONI Agensir da Lisbona

1 Agosto 2023
Foto Agensir

«Ho già una certezza: questa esperienza, che ha coinvolto decine di migliaia di giovani che hanno servito e lavorato alla preparazione e alla realizzazione di questa Gmg, non va via, resterà. Crea una generazione. Giovani che hanno lavorato, hanno acquisito un modo di essere e di spendersi per il bene. Sono loro il volto della speranza. Ne sono certo, questa generazione segnerà un futuro nuovo, qui e nel mondo». Così il cardinale Manuel Clemente, Patriarca di Lisbona, nella prima conferenza stampa al media center di Lisbona.

L’arrivo dei simboli

Dal 26 al 31 luglio si sono svolte le “Giornate nelle diocesi”, che hanno portato 67 mila giovani in 17 diocesi del Portogallo continentale e delle isole. E con l’arrivo dei pellegrini a Lisbona martedì 1° agosto, sono giunti nella capitale lusitana anche i simboli della Giornata mondiale della gioventù, la croce pellegrina e l’icona di Nostra Signora Salus Populi Romani. Hanno concluso un viaggio straordinario, un vero e proprio pellegrinaggio mondiale iniziato nel 2020 in Angola e arrivato in Portogallo alla fine dell’ottobre del 2021. Centinaia di migliaia di chilometri percorsi, migliaia di parrocchie attraversate in tutto il mondo. Due iniziative – confessa il Patriarca – che «hanno superato le aspettative», generando «una partecipazione straordinaria» in tutte le parrocchie e le diocesi del Paese. Anche qui, il protagonismo di giovani è stato «determinante».

Questo contenuto non è disponibile per via delle tue sui cookie

La grande attesa

Tutto è pronto sul lungo viale del Colle Encontro nel Parco Eduardo VII, dove il Patriarca di Lisbona celebrerà la Messa di apertura della Giornata mondiale della gioventù. La Gmg è «un avvenimento unico» che è stato possibile realizzare – osserva il Cardinale – grazie al «protagonismo dei giovani» e all’«entusiasmo» delle autorità civili e politiche del Paese, dal governo alla presidenza e agli enti locali. È atteso un milione di persone, praticamente un decimo della popolazione del Portogallo che conta 10 milioni di abitanti, fa notare il cardinale Clemente. La preoccupazione è che «tutto vada bene» e si sta lavorando per garantire la sicurezza di ogni evento.

Riguardo alla partecipazione di giovani di altre Chiese e religioni, il Patriarca assicura: «Tutti hanno un posto, chi viene dovrà sentirsi a casa propria». E ricorda che il 2 agosto, alle 18.30, ci sarà una cerimonia di piantagione di alberi associata a sei famiglie numerose religiose – Taoismo, Induismo, Buddismo, Ebraismo, Cristianesimo e Islam – nel Giardino botanico tropicale all’Università di Lisbona. Riguardo invece all’arrivo di papa Francesco, il cardinale Clemente conferma che il tragitto della papamobile è stato già previsto come pure incontri e eventi. «Ma con papa Francesco non si sa mai – aggiunge -. Vedremo cosa succede. Tanti avranno l’occasione di vederlo e chi non potrà essere fisicamente presente qui, potrà seguirlo attraverso i vostri media».