Un’esigenza emersa soprattutto durante la prima ondata è al centro del convegno online promosso sabato 15 gennaio da Ftis e Issr, con il patrocinio della Cel

Covid e solitudine

«La cura in tempo di Covid» è il tema del convegno di apertura della seconda edizione del Master universitario di primo livello «La spiritualità nella cura. Accompagnamento nel mondo della salute», organizzato dalla Facoltà teologica dell’Italia settentrionale e dall’Istituto superiore di Scienze religiose di Milano, col patrocinio della Conferenza Episcopale Lombarda, in programma sabato 15 gennaio, dalle 17 alle 19, che potrà essere seguito online

Curare la solitudine

Il convegno punta a sottolineare l’importanza della cura spirituale alla luce della pandemia da Covid-19, durante cui, specialmente nella prima ondata, molte persone sono morte sole, prive dell’affetto e del sostegno di familiari e amici. Il giusto scalpore che questo ha provocato nell’opinione pubblica documenta il bisogno di una prossimità capace di integrare l’approccio medico tecnico-scientifico con la presa in carico dei bisogni relazionali del soggetto, in special modo nelle fasi critiche e terminali della vita, in cui la persona esperisce la propria finitezza e si riaccende in lei la domanda di senso, che è domanda propriamente spirituale

I relatori

Al convegno, moderato da Francesco Ognibene, redattore del quotidiano Avvenire, parteciperanno, Elio Franzini (Rettore dell’Università degli Studi di Milano, presso cui è Professore ordinario di Estetica), Andrea Mariani (Full Professor nel Dipartimento di Ostetricia e Ginecologia, Divisione di Ginecologia Chirurgica, Mayo Clinic di Rochester, Minnesota, Stati Uniti), Tim Aksamit (Consultant e Associate Professor in Malattie Polmonari e Terapia Intensiva, Mayo Clinic di Rochester, Minnesota, Stati Uniti), Dominique Jacquemin (infermiere, prete, teologo e Dottore in Sanità Pubblica, Responsabile del Centro Interuniversitario Europeo in Cure Palliative delle Università di Lilla e Lovanio, Responsabile della Ricerca in Etica Spirituale in Cure Palliative, Coordinatore della Rete Spirituale delle Università di Lilla, Lovanio, Losanna, Laval e Monaco), Amedeo Capetti (Direttore responsabile della Struttura Semplice di Malattie Trasmesse Sessualmente, Ospedale Luigi Sacco, Milano).

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi