Sirio 20 -25 maggio 2024
Share

Anniversario

I 100 anni di Santa Gianna festeggiati con lo «Stabat Mater»

Martedì 4 ottobre, centenario della nascita della Beretta Molla, il capolavoro di Rossini eseguito nella Basilica di Magenta alla presenza dell’Arcivescovo

21 Settembre 2022
Gianna Beretta Molla all'aeroporto, in viaggio di nozze

Il 4 ottobre ricorre il centenario della nascita di Santa Gianna Beretta Molla e la città di Magenta festeggia l’anniversario con la musica classica: alle 21, nella Basilica di San Martino, sarà eseguito lo Stabat Mater di Gioachino Rossini, una sequenza sacra in musica, alla presenza dell’Arcivescovo di Milano, monsignor Mario Delpini.

Il concerto ha la direzione artistica di Totem e il supporto dell’Amministrazione comunale di Magenta, guidata dal sindaco Luca Del Gobbo. È inserito nel programma ufficiale delle celebrazioni del centenario che è stato approntato dalle comunità ecclesiali e civili di Magenta e Mesero, in collaborazione con la Diocesi di Milano.

Le voci sono Sarah Tisba (soprano), Isabel De Paoli (contralto), Oreste Cosimo (tenore) e Alberto Rota (basso). L’evento vede la partecipazione: del Coro degli Amici del Loggione del Teatro alla Scala di Milano (con Filippo Dadone, maestro del coro); dell’Associazione Corale Ænigma (con Antonio Eros Negri, maestro del coro); dell’Orchestra Città di Magenta e dell’Orchestra Antonio Vivaldi. Lorenzo Passerini è il concertatore e direttore. Si tratta in tutto di circa centocinquanta coristi e cinquanta orchestrali.

L’ingresso è libero fino a esaurimento dei posti e nel rispetto delle vigenti regole Anti Covid 19.

«Penso che ogni magentino, in questo anno speciale, non si lascerà scappare l’occasione di vivere un momento di intensa elevazione spirituale proprio nel giorno che ha visto nascere, 100 anni fa, a pochi passi dalla Basilica, la sua cittadina più illustre – afferma il parroco don Giuseppe Marinoni -. Sarà importante scoprire che quello stare di Maria presso la croce ha ispirato anche lo stare di Gianna in mezzo a noi. Nell’ambito della bella serata, poi, la parola del nostro Arcivescovo ci aiuterà a riscoprire l’attualità della nostra Santa».