Sirio 04-10 marzo 2024
Share

Oratori

Educatori di qualità, al via il corso in Cattolica

Il 14 gennaio al via la quarta edizione dell’iniziativa formativa promossa in collaborazione con Odielle e con il contributo degli Istituti Superiori di Scienze religiose lombardi

15 Novembre 2022

Prenderà il via sabato 14 gennaio la quarta edizione del corso di alta formazione «La qualità dell’educare negli oratori» che l’Università Cattolica del Sacro Cuore ha attivato per l’anno accademico 2022/2023. Il corso, nato su iniziativa dei Vescovi lombardi e frutto della stretta collaborazione tra Oratori Diocesi Lombarde e la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, si avvarrà dell’apporto degli Istituti Superiori di Scienze religiose lombardi e del contributo di studiosi operanti in altre università lombarde, attenti alla valenza educativa degli oratori (vedi qui la locandina).

Le novità

Di anno in anno il corso si è costantemente migliorato per offrire la migliore esperienza possibile ai partecipanti. Tra le innovazioni più significative, confermate a partire da questa edizione (vedi qui la brochure), l’inserimento di un percorso di accompagnamento alla stesura del Project Work; l’organizzazione, a cura di Odielle, di seminari e di un residenziale dedicato agli iscritti al corso; la proposta di alcuni moduli che, a rotazione, potranno essere seguiti dagli iscritti a tutte le edizioni del corso. I moduli ciclici riguarderanno, di volta in volta, tematiche specifiche e attuali.

Il percorso didattico si pone l’obiettivo di preparare la formazione di figure educative capaci di costruire interventi e coordinare progetti all’interno dell’oratorio avendo una chiara consapevolezza dell’identità ecclesiale della realtà oratoriana, dei suoi destinatari, della sua organizzazione, delle sue dinamiche.

Vitalità e professionalità

In un contesto in profonda trasformazione, per poter mantenere la loro vitalità e significatività gli oratori hanno bisogno di essere espressione di comunità ecclesiali vitali; altresì vi è bisogno che la progettualità educativa e l’azione quotidiana sia supportata – oltre che da figure volontarie – anche da persone professionalmente preparate che agiscano in stretto raccordo e sotto la guida del parroco e in sintonia con il progetto educativo della comunità ecclesiale. L’esercizio della professionalità educativa e pedagogica all’interno di un contesto con caratteristiche educative proprie come l’oratorio, richiede una preparazione specifica che vada a innestarsi sulla preparazione di base acquisita nel percorso formativo base realizzato dall’educatore e dal pedagogista nella sua storia professionale.

Le richieste degli oratori

A questo riguardo si assiste a una crescente domanda da parte delle realtà oratoriali affinché chi opera in esse con compiti educativi, soprattutto quando esercita un ruolo professionale, abbia un’adeguata preparazione in ordine: all’identità pastorale degli oratori, alla capacità di progettare in sintonia con la progettualità pedagogica della comunità di riferimento; alla collaborazione con le famiglie, con le altre figure educative operanti nel contesto ecclesiale e con altre agenzie educative; alla relazione educativa con le diverse fasce di età dei ragazzi e dei giovani; agli strumenti e ai metodi dell’animazione educativa delle nuove generazioni.

La lectio

Sabato 19 novembre, alle 9.30, in occasione della conclusione della terza edizione del corso, Cattolica e Odielle organizzano una lectio dedicata all’educatore in oratorio (vedi qui la locandina). Verranno presentate esperienze e riflessioni relative alla presenza di laici professionisti e volontari impegnati nel servizio pastorale ed educativo in oratorio. Iscrizioni a questo link