Sirio 22-29 febbraio 2024
Share

4-28 settembre

Comunità educanti, educare alla vita nuova nello Spirito

La dimensione etica della vita cristiana è posta a tema della nuova edizione della Quattro Giorni, con appuntamenti in tutte le Zone pastorali. Un importante momento formativo a cui sono invitati presbiteri, religiosi, diaconi, catechisti ed educatori

di Antonio COSTABILEResponsabile Servizio per la catechesi

9 Luglio 2018

«Pietro disse: “Sappia dunque con certezza tutta la casa d’Israele che Dio ha costituito Signore e Cristo quel Gesù che voi avete crocifisso”. All’udire queste cose si sentirono trafiggere il cuore e dissero a Pietro e agli altri apostoli: “Che cosa dobbiamo fare, fratelli?”. E Pietro disse loro: “Convertitevi e ciascuno di voi si faccia battezzare nel nome di Gesù Cristo, per il perdono dei vostri peccati, e riceverete il dono dello Spirito Santo. Per voi infatti è la promessa e per i vostri figli e per tutti quelli che sono lontani, quanti ne chiamerà il Signore Dio nostro”» (At 2,36-39).

La vita nello Spirito di Cristo, morto e risorto, alimenta la vita credente, sollecita una conversione continua e plasma l’umanità di ciascuno a immagine del Figlio di Dio. Il dono dello Spirito ci innesta come tralci uniti alla vite che è Cristo stesso. Da lui riceviamo la linfa vitale per rimanere uniti a lui e tra noi per sempre.

La domanda che pongono gli uditori del discorso di Pietro che proclama Gesù come il Signore («Che cosa dobbiamo fare, fratelli?») guida lo sviluppo dei temi della Quattro Giorni 2018 delle Comunità educanti.

Negli ultimi anni abbiamo accompagnato la pubblicazione dei sussidi diocesani per l’Iniziazione cristiana dal titolo generale Con Te! con la riflessione su temi inerenti la formazione, partendo dall’analisi delle dinamiche portanti del nuovo itinerario per l’Ic. Sulla scia degli argomenti già proposti, in questa Quattro Giorni mettiamo a fuoco la dimensione etica della vita cristiana, intesa come vita nuova nello Spirito per essere conformati in tutto e per tutto al Signore Gesù.

Nella prima relazione, di carattere biblico e introduttiva al tema, si pongono le basi per la comprensione della libertà e della responsabilità come risposta all’iniziativa gratuita e sovrabbondante di Dio.

Nella seconda relazione, di carattere psico-pedagogico, l’attenzione è posta sullo sviluppo della coscienza etica del ragazzo nella sua crescita tra i 7 e i 12 anni: quali dinamismi occorre conoscere per capire come il ragazzo passa progressivamente da una coscienza eteronoma a una coscienza autonoma?

Nella terza relazione, di carattere catechetico, si propone una rilettura dell’itinerario etico sviluppato nel percorso diocesano di Ic elaborato nei nuovi sussidi.

Nella quarta relazione ci si discosta parzialmente dal tema di fondo circa l’educazione della dimensione etica nell’itinerario dell’Ic. Si sollecita la coscienza degli educatori – e in particolare dei catechisti – circa la necessità della formazione come adulti credenti chiamati a dare ragione a loro stessi primariamente, ai ragazzi e ai genitori che accompagnano della speranza che li anima e li appassiona nell’annuncio del Vangelo.

Oltre alle relazioni non mancheranno alcune appendici, in particolare relative al progetto di formazione dei catechisti per i prossimi anni.

L’invito a partecipare è rivolto alla Comunità educante nel suo complesso: presbiteri, religiosi, religiose, diaconi, catechisti, educatori.

Il programma

Zona I (Milano) – Centro Ambrosiano Documentazione Studi Religiosi, Salone Pio XII (via S. Antonio 5, Milano): 17, 19, 24 e 26 settembre, ore 15 e 20.45.
Zona II (Varese) – Centro parrocchiale di Biumo Superiore (via Baroffio 6): 5, 7, 12 e 14 settembre, ore 15. Cinema Teatro Italia di Germignaga (via Mameli 20): 18, 21, 25 e 28 settembre, ore 20.45. Istituto Sacro Cuore di Gallarate (via Bonomi 4): 17, 19, 24 e 26 settembre, ore 15. Piccolo Teatro Cinema Nuovo di Tradate (via Foscolo 1, Abbiate Guazzone): 17, 19, 24 e 26 settembre, ore 20.45.
Zona III (Lecco) – Cineteatro Palladium di Lecco (via Fiumicella 12): 6, 11, 13 e 18 settembre, ore 15. Cineteatro Excelsior di Erba (via Battisti 5): 12, 14, 19 e 21 settembre, ore 20.45.
Zona IV (Rho) – Parrocchia S. Pietro Apostolo di Rho (via Palmanova 29): 10, 12, 17 e 19 settembre, ore 20.45. Cinema Teatro Dante di Castellanza (via Dante Alighieri 5): 13, 18, 20 e 27 settembre, ore 20.45. Parrocchia Regina Pacis di Saronno (via Roma 119): 11, 14, 19 e 21 settembre, ore 20.45. Cinema Teatro Nuovo di Magenta (via San Martino 19): 12, 14, 18 e 19 settembre, ore 20.45.
Zona V (Monza) – Cineteatro Excelsior di Cesano Maderno (via San Carlo 20): 5, 7, 12, e 14, ore 15. Oratorio parrocchiale di Concorezzo (via De Giorgi 56): 4, 6, 11 e 13 settembre, ore 20.45.
Zona VI (Melegnano) – Cineteatro Arcobaleno di Motta Visconti (via San Luigi 4): 11, 13, 18 e 20 settembre, ore 20.45. Oratorio parrocchiale di Melzo (via Orsenigo 7): 11, 13, 18 e 20 settembre, ore 20.45.
Zona VII (Sesto San Giovanni) – Cinema Teatro Agorà di Cernusco sul Naviglio (via Marcelline 37): 18, 20, 25 e 27 settembre, ore 20.45.

Info e modalità di iscrizione: tel. 02.8556439; mail catechesi@diocesi.milano.it.

 

Chiamati a vivere in Cristo

«Con la catechesi, la Chiesa si rivolge a chi è già sul cammino della fede e gli presenta la parola di Dio in adeguata pienezza, “con tutta longanimità e dottrina”, perché, mentre si apre alla grazia divina, maturi in lui la sapienza di Cristo. Educare al pensiero di Cristo, a vedere la storia come Lui, a giudicare la vita come Lui, a scegliere e ad amare come Lui, a sperare come insegna Lui, a vivere in Lui la comunione con il Padre e lo Spirito Santo. In una parola, nutrire e guidare la mentalità di fede: questa è la missione fondamentale di chi fa catechesi a nome della Chiesa. In modo vario, ma sempre organico, tale missione riguarda unitariamente tutta la vita del cristiano: la conoscenza sempre più profonda e personale della sua fede; la sua appartenenza a Cristo nella Chiesa; la sua apertura agli altri; il suo comportamento nella vita» (Cei, Documento base, Il rinnovamento della catechesi, n.38)
Questo splendido testo, tratto dal Documento base che ha dato avvio al rinnovamento della catechesi in Italia già dal 1970, mostra ancora oggi tutta la sua attualità e la sua pregnanza nell’evocare in modo sintetico il compito primario della catechesi in particolare dell’Iniziazione cristiana: introdurre alla vita cristiana.
Nella proposta di formazione della Quattro Giorni, che sta per iniziare, si intende porre a tema la riflessione circa l’educazione a fare proprio il pensiero di Cristo, ma anche a immedesimarsi nel suo stile di vita, a fare propri i suoi sentimenti, le sue scelte, a lasciarsi plasmare dall’azione dello Spirito per vivere in conformità a lui. Potremmo dire in maniera sintetica che questo è il compito proprio dell’educazione morale, che innerva il percorso dell’iniziazione cristiana elaborato nei sussidi diocesani dal titolo Con Te! (a.c.)

Leggi anche