Proposti nell’animazione alcuni momenti particolari di preghiera. La scansione delle settimane fino alla Novena di Natale. Ai ragazzi viene anche chiesto di “vivere bene” le loro giornate

copertina_avvento

Declinando lo slogan dell’anno oratoriano 2019-2020, “Ora corri”, il tema dell’animazione dell’Avvento in oratorio è “Ora nasce!”: la meta della corsa è l’incontro con il Signore Gesù.

«La celebrazione del mistero dell’incarnazione del Figlio di Dio non può essere un guardare indietro – scrive l’arcivescovo nella lettera pastorale La situazione è occasione -: piuttosto, imitando Paolo, protesi verso ciò che sta di fronte, corriamo verso la meta».

La celebrazione del Natale è allora l’“occasione” per capire che il Signore può nascere dentro di noi, orientando la nostra corsa verso il Cielo.

Per questo, nel tempo di Avvento, ai ragazzi viene chiesto di pregare un po’ di più (a casa e in oratorio) e di essere più costanti nella partecipazione alla Messa domenicale e a vivere alcuni momenti particolari: la preghiera prima della scuola in oratorio; una piccola scuola di preghiera settimanale accanto all’incontro del gruppo e del catechismo; fino ad arrivare alla Novena di Natale.

Questa la scansione delle settimane di Avvento in oratorio: I Domenica di Avvento, “È ora di non arrendersi mai”; II Domenica di Avvento, “È ora di mettere a frutto i talenti”; III Domenica di Avvento, “È ora di comportarsi da grandi”; IV Domenica di Avvento, “È ora di essere contenti”; V Domenica di Avvento, “È ora di preparare la nascita di Gesù”; Domenica dell’Incarnazione, “È ora di dire sì a Dio”.

Inoltre, l’oratorio propone ai ragazzi a vivere bene le ore delle loro giornate, scandendole nel modo giusto, fra impegno nello studio e nello sport; il gioco e il tempo libero; la bellezza di vivere il tempo con gli amici e in gruppo; la preghiera personale, in famiglia e comunitaria, dedicandole ogni giorno dello spazio.

Anche il Calendario dell’Avvento ambrosiano 2019 aiuta bambini e ragazzi a dare attenzione e importanza alle occasioni del giorno, cogliendo il bene che uno può fare proprio con le persone che incontra tutti i giorni, quelle che sono più vicine e condividono con la vita normale.

Intanto, continua l’attività di questo anno oratoriano che vuole coinvolgere i ragazzi attorno al ripensamento dell’oratorio, attraverso l’ascolto delle diverse fasce d’età, soprattutto dopo l’Assemblea degli oratori del 9 novembre, tappa importante del percorso “Oratorio 2020”.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi