In programma a Seveso il 12 marzo sul tema «Non è la stessa cosa»: una giornata di riflessione, condivisione e preghiera per comprendere che la vita non è la stessa cosa senza Gesù

adolescenti

Sarà una giornata intensa, quella che gli adolescenti vivranno domenica 12 marzo con il Ritiro spirituale di Quaresima, dal titolo «Non è la stessa cosa – Un tesoro che riempie il cuore» al Centro pastorale ambrosiano di Seveso (9.45-17).

La vita di ognuno di noi è caratterizzata da molteplici incontri ed esperienze. C’è però un incontro, diverso da tutti gli altri, che segna in maniera indelebile la vita, orientando il cammino. È l’incontro con Gesù. Non possiamo non comprendere che «non è la stessa cosa aver conosciuto Gesù o non conoscerlo» (cfr Evangelii Gaudium 265-266).

Il Vangelo di Matteo, al cap. 13, 44-46, paragona il Regno dei cieli a un tesoro nascosto in un campo o a una perla preziosa, per cui si è disposti a spendere tutti i propri averi. «Sappiamo bene che la vita con Gesù diventa molto più piena e che con Lui è più facile trovare il senso di ogni cosa». È la consapevolezza che quel “tesoro” capace di cambiare la nostra vita è Gesù che porta a gustare la gioia del Vangelo, che riempie il cuore e la vita. Una gioia vera è impossibile da contenere. È per questo che evangelizziamo e con entusiasmo annunciamo, sosteniamo, condividiamo, contagiamo.

Gli adolescenti potranno riflettere su queste tematiche grazie al confronto con il Vangelo, la meditazione e la riflessione personale e di gruppo. Non mancherà il tempo per la preghiera personale e per vivere alcuni momenti di silenzio e adorazione, oltre alla possibilità di confessarsi. Ai ragazzi sarà proposto di confrontarsi su ciò che è scaturito dall’ascolto e dalla meditazione. È previsto quindi un momento di scambio a gruppi, a cui segue il pranzo al sacco insieme.

Nel pomeriggio ci sarà un ulteriore momento di ascolto grazie alla testimonianza di Alessio Tavecchio, a cui una caduta in moto ha cambiato la vita. Da questa esperienza drammatica è iniziato il percorso che lo ha portato a riscoprirsi e a rinascere, secondo il motto «Non arrendersi mai!». La celebrazione eucaristica completerà la giornata.

Per permettere la partecipazione di diversi gruppi si darà una prelazione ai gruppi che non hanno ancora vissuto il Ritiro diocesano nelle edizioni precedenti e viene posto il numero massimo di 25 partecipanti (compresi gli educatori) per gruppo.

Iscrizioni: dal 6 febbraio, indicando il numero esatto dei partecipanti via telefono (n. 02.58391355) oppure personalmente presso la Fom e il Servizio Oratorio e Sport (via S. Antonio 5, Milano – lun-ven 9-13 e 14-17).

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi