A tre anni dalla scomparsa e nel contesto della due-giorni del Gatal, sarà celebrata da suo figlio, don Paolo Zago, al Centro pastorale ambrosiano alle 16

zago
Roberto Zago

A tre anni fa dalla scomparsa di Roberto Zago, autentica “anima” del teatro filodrammatico ambrosiano (26 settembre 2017), una Messa in suo ricordo sarà celebrata da suo figlio, don Paolo Zago, al Centro pastorale ambrosiano di Seveso (via San Carlo 2), sabato 26 settembre alle 16.

Come ricorda Michele Faracci, presidente del Gatal, «Zago si è sempre speso per il rafforzamento delle strutture associative delle compagnie amatoriali, con la creazione nel 1962, nell’ambito della Fom e con lo stimolo determinante di monsignor Lorenzo Longoni, di un Comitato Teatro, embrione dell’attuale Gatal. Nel 1959 è stato fondatore anche della sua Compagnia dei Giovani, tuttora attiva, con grandi successi, nonostante il Covid. È stato un drammaturgo per vocazione, un autodidatta che al teatro amatoriale ha dedicato tutta la sua esistenza, recitando, dirigendo e scrivendo tantissimo, con una  passione rimasta intatta sino agli ultimi giorni, fedele alle tradizioni e attento alle soluzioni più sperimentali. Il suo must, da vero filodrammatico, era “dare voce a una comunità di teatranti, innamorati di Cristo”».

Sempre Faracci sottolinea l’attaccamento di Zago all’appuntamento annuale della due-giorni teatrale di Seveso e in altre sedi, a cui non è mai mancato. Per questo la Messa si celebra proprio in questo contesto.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi