L'8 marzo all'Ambrosianeum seminario con la presentazione dei dati del Cav Ambrosiano


Redazione

Nel corso del 2009 il Centro di Aiuto alla Vita Ambrosiano ha assistito ben 263 gestanti e supportato in ugual maniera altre 189 nuclei familiari. La gran parte delle donne e delle famiglie in difficoltà che si rivolgono agli sportelli del Cav sono straniere e affrontano, dunque, le problematiche relative a un’eventuale interruzione di gravidanza in maniera molto diversa.
Per meglio comprendere lo scenario in cui gli operatori si muovono e si dovranno muovere nei prossimi anni la Fondazione Ambrosiana per la Vita ha organizzato il seminario “L’interruzione di gravidanza – Uno sguardo interculturale”, in programma lunedì 8 marzo alla Fondazione Ambrosianeum di Milano: giuristi, medici assistenti sociali e mediatori culturali affronteranno il problema leggendolo da diversi punti di vista, con focus puntati sull’Est Europa, la Cina, il Sud America e l’area nord africana. Nel corso del 2009 il Centro di Aiuto alla Vita Ambrosiano ha assistito ben 263 gestanti e supportato in ugual maniera altre 189 nuclei familiari. La gran parte delle donne e delle famiglie in difficoltà che si rivolgono agli sportelli del Cav sono straniere e affrontano, dunque, le problematiche relative a un’eventuale interruzione di gravidanza in maniera molto diversa.Per meglio comprendere lo scenario in cui gli operatori si muovono e si dovranno muovere nei prossimi anni la Fondazione Ambrosiana per la Vita ha organizzato il seminario “L’interruzione di gravidanza – Uno sguardo interculturale”, in programma lunedì 8 marzo alla Fondazione Ambrosianeum di Milano: giuristi, medici assistenti sociali e mediatori culturali affronteranno il problema leggendolo da diversi punti di vista, con focus puntati sull’Est Europa, la Cina, il Sud America e l’area nord africana.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi