La Federazione Universitaria Cattolica Italiana si ritrova nel monastero benedettino di Camaldoli (Arezzo)


Redazione

Nella cornice del monastero benedettino di Camaldoli (Arezzo), dal 25 luglio al 7 agosto si svolgono le tradizionali Settimane Teologiche della Fuci. Si tratta di un’esperienza unica, tipica della Federazione, in cui l’approfondimento intellettuale di tematiche bibliche e teologiche, spesso confinanti con questioni di attualità, si intreccia in maniera feconda con il ritmo della Comunità monastica e con il clima di amicizia che si instaura tra i giovani partecipanti provenienti da tutta Italia.
«Un tempo forte durante le vacanze, un tempo privilegiato per assaporare il gusto della fraternità, uno spazio di preghiera e di studio, un’occasione per trovare quiete e al tempo stesso slancio per la propria vita e il proprio impegno». Così i presidenti nazionali Sara Martini e Alberto Ratti definiscono in sintesi l’esperienza delle Settimane Teologiche, alle quali invitano i loro coetanei a partecipare numerosi: «Attendiamo a Camaldoli oltre 100 universitari e ci teniamo a ricordare che possono partecipare tutti gli studenti interessati, aderenti o non alla Federazione».
Il legame tra la Fuci e Camaldoli, che ogni anno si rinnova, conosce una particolare tradizione. Sottolineano infatti i presidenti: «Era il 1934 quando, per la prima volta, un gruppo di studenti universitari e laureati decise, sotto la guida di Giovanni Battista Montini, di recarsi a Camaldoli per vivere un’esperienza di studio, preghiera e riflessione. A partire da questa felice intuizione, il luogo divenne una vera e propria fucina culturale. Risale poi al 1956 la prima vera e propria Settimana Teologica, esperienza che si ripete da allora ogni estate pur diversa nei temi e nei contenuti».
La prima Settimana Teologica si svolge quest’anno dal 25 al 31 luglio e ha per tema “La liturgia: tempo dell’ascolto, spazio del gratuito”. In un tempo in cui prevalgono le logiche della velocità e dell’utile, che corre a suon di ritmi concitati e di scambi di interessi, verrà approfondita la conoscenza della liturgia, spazio in cui si incrociano il dono di Dio agli uomini e la lode degli uomini a Dio. I partecipanti saranno guidati nella riflessione dal professor Andrea Grillo, teologo e liturgista, docente al Pontificio Ateneo “S. Anselmo” di Roma, e Matteo Ferrari OSB, monaco camaldolese e docente all’Istituto di Liturgia Pastorale “S. Giustina” di Padova.
La seconda Settimana, dall’1 al 7 agosto, ha invece per titolo “C’è ancora spazio per un’etica nell’economia? In ascolto della sapienza biblica”. Partendo dall’ascolto dei testi biblici si cercherà di riscoprire la nervatura che essi ispirano circa il rapporto tra etica ed economia. Partendo dalla Sacra Scrittura ci si addentrerà, poi, in un’analisi della vita socio-economica attuale. Guideranno le riflessioni suor Benedetta Rossi, biblista, e Benedetta Giovanola, docente di Etica ed Economia all’Università di Macerata.
Lo sviluppo dei temi di studio scelti prevede una serie di lezioni frontali unite a momenti di dibattito e di confronto nei laboratori di gruppo. Nel Monastero le giornate dei partecipanti sono scandite dai ritmi della preghiera con i monaci, da momenti di svago a contatto con la natura e da serate di divertimento.
Info: www.fuci.net
Nella cornice del monastero benedettino di Camaldoli (Arezzo), dal 25 luglio al 7 agosto si svolgono le tradizionali Settimane Teologiche della Fuci. Si tratta di un’esperienza unica, tipica della Federazione, in cui l’approfondimento intellettuale di tematiche bibliche e teologiche, spesso confinanti con questioni di attualità, si intreccia in maniera feconda con il ritmo della Comunità monastica e con il clima di amicizia che si instaura tra i giovani partecipanti provenienti da tutta Italia.«Un tempo forte durante le vacanze, un tempo privilegiato per assaporare il gusto della fraternità, uno spazio di preghiera e di studio, un’occasione per trovare quiete e al tempo stesso slancio per la propria vita e il proprio impegno». Così i presidenti nazionali Sara Martini e Alberto Ratti definiscono in sintesi l’esperienza delle Settimane Teologiche, alle quali invitano i loro coetanei a partecipare numerosi: «Attendiamo a Camaldoli oltre 100 universitari e ci teniamo a ricordare che possono partecipare tutti gli studenti interessati, aderenti o non alla Federazione».Il legame tra la Fuci e Camaldoli, che ogni anno si rinnova, conosce una particolare tradizione. Sottolineano infatti i presidenti: «Era il 1934 quando, per la prima volta, un gruppo di studenti universitari e laureati decise, sotto la guida di Giovanni Battista Montini, di recarsi a Camaldoli per vivere un’esperienza di studio, preghiera e riflessione. A partire da questa felice intuizione, il luogo divenne una vera e propria fucina culturale. Risale poi al 1956 la prima vera e propria Settimana Teologica, esperienza che si ripete da allora ogni estate pur diversa nei temi e nei contenuti».La prima Settimana Teologica si svolge quest’anno dal 25 al 31 luglio e ha per tema “La liturgia: tempo dell’ascolto, spazio del gratuito”. In un tempo in cui prevalgono le logiche della velocità e dell’utile, che corre a suon di ritmi concitati e di scambi di interessi, verrà approfondita la conoscenza della liturgia, spazio in cui si incrociano il dono di Dio agli uomini e la lode degli uomini a Dio. I partecipanti saranno guidati nella riflessione dal professor Andrea Grillo, teologo e liturgista, docente al Pontificio Ateneo “S. Anselmo” di Roma, e Matteo Ferrari OSB, monaco camaldolese e docente all’Istituto di Liturgia Pastorale “S. Giustina” di Padova.La seconda Settimana, dall’1 al 7 agosto, ha invece per titolo “C’è ancora spazio per un’etica nell’economia? In ascolto della sapienza biblica”. Partendo dall’ascolto dei testi biblici si cercherà di riscoprire la nervatura che essi ispirano circa il rapporto tra etica ed economia. Partendo dalla Sacra Scrittura ci si addentrerà, poi, in un’analisi della vita socio-economica attuale. Guideranno le riflessioni suor Benedetta Rossi, biblista, e Benedetta Giovanola, docente di Etica ed Economia all’Università di Macerata.Lo sviluppo dei temi di studio scelti prevede una serie di lezioni frontali unite a momenti di dibattito e di confronto nei laboratori di gruppo. Nel Monastero le giornate dei partecipanti sono scandite dai ritmi della preghiera con i monaci, da momenti di svago a contatto con la natura e da serate di divertimento.Info: www.fuci.net

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi