Il�"ministro degli�Esteri"�degli ortodossi russi presiederà una Divina Liturgia in S. Ambrogio e interverrà alla presentazione di un libro del Patriarca Kirill in Cattolica. In entrambe le occasioni sarà presente l'Arcivescovo

di Rosangela VEGETTI
Redazione

Lunedì 17 maggio sono in programma due eventi di grande rilievo per la Chiesa ambrosiana. Sarà infatti a Milano Sua Eminenza il metropolita Hilarion, capo del Dipartimento affari esteri della Chiesa ortodossa russa: lo potremmo definire “il ministro degli Esteri” del Patriarcato di Mosca.
Il Metropolita incontrerà il cardinale Tettamanzi in due occasioni: prima nella Basilica di Sant’Ambrogio, dove alle 9 presiederà una Divina Liturgia; successivamente all’Università Cattolica, dove alle 11.45 è in programma la presentazione dell’edizione italiana del libro Libertà e responsabilità: alla ricerca dell’armonia, opera di Sua Santità Kirill, patriarca di Mosca, con l’introduzione di monsignor Gianfranco Ravasi, presidente del Pontificio consiglio della cultura (il libro è una coedizione Libreria Editrice Vaticana e Sofia: Idea Russa Idea d’Europa).
Il metropolita Hilarion, fine studioso e teologo, conosce bene l’Italia. È però la prima volta che vi giunge nella sua alta carica attuale: nel nostro Paese avrà modo di visitare le comunità ortodosse, di fare visita alla Sindone a Torino e di incontrare molti amici della Chiesa cattolica italiana. «È davvero un grande evento, particolarmente per le relazioni tra le Chiese – spiega padre Nicola Makar, arciprete della parrocchia ortodossa russa in Milano -. Altrettanto significativa è l’edizione italiana del libro di Sua Santità Kirill, perché offre un prezioso strumento di conoscenza e di dialogo».
Il Patriarca di Mosca è stato rettore dell’Accademia di Teologia di San Pietroburgo e capo del Dipartimento affari esteri. Grazie all’ampia conoscenza maturata e ai molteplici contatti già consolidati nel tempo, in questo libro espone i temi di fondo della sua visione pastorale della Chiesa. «Nel libro troviamo i temi sostanziali per la vita spirituale e di piena umanità per il nostro tempo, perché le libertà e la responsabilità verso gli altri sono i pilastri della condotta di vita per ciascuno – afferma padre Makar -. Il Patriarca ha uno sguardo profetico, ricco di speranza per l’uomo d’oggi e rivolto al futuro. Dobbiamo guardare avanti e trovare la strada giusta avvalendoci anche di quanto ci ha dato il passato».
Interverranno alla presentazione del volume: Lorenzo Ornaghi, rettore dell’Università Cattolica; Anatoly V. Torkunov, rettore dell’Università di Stato delle Relazioni internazionali di Mosca; rev. Edmondo Caruana, direttore editoriale della Libreria Editrice Vaticana; Giuseppina Cardillo Azzaro, presidente Associazione Internazionale Sofia: Idea Russa Idea d’Europa. Il cardinale Tettamanzi presenterà il volume insieme ad Adriano Roccucci, dell’Università degli Studi Roma Tre. Concluderà il metropolita Hilarion. Lunedì 17 maggio sono in programma due eventi di grande rilievo per la Chiesa ambrosiana. Sarà infatti a Milano Sua Eminenza il metropolita Hilarion, capo del Dipartimento affari esteri della Chiesa ortodossa russa: lo potremmo definire “il ministro degli Esteri” del Patriarcato di Mosca.Il Metropolita incontrerà il cardinale Tettamanzi in due occasioni: prima nella Basilica di Sant’Ambrogio, dove alle 9 presiederà una Divina Liturgia; successivamente all’Università Cattolica, dove alle 11.45 è in programma la presentazione dell’edizione italiana del libro Libertà e responsabilità: alla ricerca dell’armonia, opera di Sua Santità Kirill, patriarca di Mosca, con l’introduzione di monsignor Gianfranco Ravasi, presidente del Pontificio consiglio della cultura (il libro è una coedizione Libreria Editrice Vaticana e Sofia: Idea Russa Idea d’Europa).Il metropolita Hilarion, fine studioso e teologo, conosce bene l’Italia. È però la prima volta che vi giunge nella sua alta carica attuale: nel nostro Paese avrà modo di visitare le comunità ortodosse, di fare visita alla Sindone a Torino e di incontrare molti amici della Chiesa cattolica italiana. «È davvero un grande evento, particolarmente per le relazioni tra le Chiese – spiega padre Nicola Makar, arciprete della parrocchia ortodossa russa in Milano -. Altrettanto significativa è l’edizione italiana del libro di Sua Santità Kirill, perché offre un prezioso strumento di conoscenza e di dialogo».Il Patriarca di Mosca è stato rettore dell’Accademia di Teologia di San Pietroburgo e capo del Dipartimento affari esteri. Grazie all’ampia conoscenza maturata e ai molteplici contatti già consolidati nel tempo, in questo libro espone i temi di fondo della sua visione pastorale della Chiesa. «Nel libro troviamo i temi sostanziali per la vita spirituale e di piena umanità per il nostro tempo, perché le libertà e la responsabilità verso gli altri sono i pilastri della condotta di vita per ciascuno – afferma padre Makar -. Il Patriarca ha uno sguardo profetico, ricco di speranza per l’uomo d’oggi e rivolto al futuro. Dobbiamo guardare avanti e trovare la strada giusta avvalendoci anche di quanto ci ha dato il passato».Interverranno alla presentazione del volume: Lorenzo Ornaghi, rettore dell’Università Cattolica; Anatoly V. Torkunov, rettore dell’Università di Stato delle Relazioni internazionali di Mosca; rev. Edmondo Caruana, direttore editoriale della Libreria Editrice Vaticana; Giuseppina Cardillo Azzaro, presidente Associazione Internazionale Sofia: Idea Russa Idea d’Europa. Il cardinale Tettamanzi presenterà il volume insieme ad Adriano Roccucci, dell’Università degli Studi Roma Tre. Concluderà il metropolita Hilarion.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi