Il Giovedì santo il cardinale Tettamanzi concelebrerà la Messa crismale insieme al clero diocesano: la sua omelia sarà dedicata alla "fede del prete". Diretta video sul Portale -

Carlo ROSSI
Redazione

Il mattino del Giovedì santo (9 aprile, alle 9.30), nel Duomo di Milano l’Arcivescovo presiede la Santa Messa crismale. Durante questa celebrazione eucaristica avviene la benedizione del crisma, dell’olio dei catecumeni e dell’olio degli infermi. Gli oli benedetti saranno poi destinati a tutte le chiese della diocesi per l’amministrazione dei sacramenti.
Tutti i sacerdoti della diocesi sono invitati a concelebrare con l’Arcivescovo. A essi il Cardinale rivolge l’omelia, una delle più importanti e significative, sotto il profilo pastorale, di tutto l’anno. In questa circostanza i sacerdoti diocesani, inoltre, rinnovano le loro promesse, cioè gli impegni presi il giorno della loro ordinazione.
Quella con il Vescovo è l’unica Messa che si celebra la mattina del Giovedì santo. Ciò proprio per evidenziare l’alto significato ecclesiologico della comunione del Vescovo con i suoi presbiteri.
Proprio per favorire la massima comunione nella celebrazione, il Portale trasmetterà in diretta video la Messa crismale, venendo così incontro ai sacerdoti più anziani, fisicamente impossibilitati a essere presenti in Duomo, e ai fidei donum ambrosiani sparsi in giro per il mondo.
La tradizionale omelia dell’Arcivescovo durante la Messa crismale è una preziosa occasione per riflettere sul ministero sacerdotale nella Chiesa, a servizio di tutto il popolo di Dio. Quest’anno, inoltre, la celebrazione si colloca quasi al culmine del cammino dell’Assemblea sinodale del clero ambrosiano, che si concluderà a maggio.
E nasce proprio dall’ascolto dei suoi sacerdoti nell’Assemblea sinodale, il titolo che l’Arcivescovo ha scelto per l’omelia: “La fede del prete – alle sorgenti del ministero”. La testimonianza di fede del prete è un tema che è infatti emerso con insistenza nei quattro incontri per anni di ordinazione tenuti a Rho e a Seveso. L’omelia sarà pubblicata in un volumetto della collana Magistero del Centro Ambrosiano e sarà in vendita nelle librerie cattoliche (a 2,30 euro) da giovedì 9 aprile.
Alla Messa crismale, tra l’altro, saranno presenti anche 50 cresimandi di Ponte Lambro, Caslino d’Erba, Longone, Proserpio e Castelmarte, paesi del Decanato di Erba. Dopo la celebrazione, i ragazzi andranno nella chiesa dei Santi Giacomo e Giovanni di Milano ad ammirare la Trasfigurazione di Marko Ivan Rupnik. Alla Messa in Coena Domini nelle loro parrocchie, al momento dell’Offertorio i ragazzi porteranno all’altare gli oli consacrati al mattino dall’Arcivescovo in Duomo.
Il mattino del Giovedì santo (9 aprile, alle 9.30), nel Duomo di Milano l’Arcivescovo presiede la Santa Messa crismale. Durante questa celebrazione eucaristica avviene la benedizione del crisma, dell’olio dei catecumeni e dell’olio degli infermi. Gli oli benedetti saranno poi destinati a tutte le chiese della diocesi per l’amministrazione dei sacramenti.Tutti i sacerdoti della diocesi sono invitati a concelebrare con l’Arcivescovo. A essi il Cardinale rivolge l’omelia, una delle più importanti e significative, sotto il profilo pastorale, di tutto l’anno. In questa circostanza i sacerdoti diocesani, inoltre, rinnovano le loro promesse, cioè gli impegni presi il giorno della loro ordinazione.Quella con il Vescovo è l’unica Messa che si celebra la mattina del Giovedì santo. Ciò proprio per evidenziare l’alto significato ecclesiologico della comunione del Vescovo con i suoi presbiteri.Proprio per favorire la massima comunione nella celebrazione, il Portale trasmetterà in diretta video la Messa crismale, venendo così incontro ai sacerdoti più anziani, fisicamente impossibilitati a essere presenti in Duomo, e ai fidei donum ambrosiani sparsi in giro per il mondo.La tradizionale omelia dell’Arcivescovo durante la Messa crismale è una preziosa occasione per riflettere sul ministero sacerdotale nella Chiesa, a servizio di tutto il popolo di Dio. Quest’anno, inoltre, la celebrazione si colloca quasi al culmine del cammino dell’Assemblea sinodale del clero ambrosiano, che si concluderà a maggio.E nasce proprio dall’ascolto dei suoi sacerdoti nell’Assemblea sinodale, il titolo che l’Arcivescovo ha scelto per l’omelia: “La fede del prete – alle sorgenti del ministero”. La testimonianza di fede del prete è un tema che è infatti emerso con insistenza nei quattro incontri per anni di ordinazione tenuti a Rho e a Seveso. L’omelia sarà pubblicata in un volumetto della collana Magistero del Centro Ambrosiano e sarà in vendita nelle librerie cattoliche (a 2,30 euro) da giovedì 9 aprile.Alla Messa crismale, tra l’altro, saranno presenti anche 50 cresimandi di Ponte Lambro, Caslino d’Erba, Longone, Proserpio e Castelmarte, paesi del Decanato di Erba. Dopo la celebrazione, i ragazzi andranno nella chiesa dei Santi Giacomo e Giovanni di Milano ad ammirare la Trasfigurazione di Marko Ivan Rupnik. Alla Messa in Coena Domini nelle loro parrocchie, al momento dell’Offertorio i ragazzi porteranno all’altare gli oli consacrati al mattino dall’Arcivescovo in Duomo.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi