Anche quest’anno la Fondazione sarà presente all’evento sostenuto dall’Ue

carelab2 Cropped

Con lo slogan «RiabilitAmiamoci: tecnologie nano e smart per la persona», la Fondazione Don Gnocchi sarà presente anche quest’anno all’evento “MEETmeTONIGHT” (27-28 settembre), la notte europea dei ricercatori sostenuta dall’Unione Europea all’interno del Programma quadro per la Ricerca e l’innovazione “Horizon 2020”, promossa nel nostro Paese dall’Università degli Studi di Milano Bicocca (in qualità di coordinatore), Politecnico di Milano, Università Statale di Milano, Università Federico II di Napoli e Comune di Milano.

Articolato nelle aree tematiche Ambiente, Salute, Cultura e Società, Patrimonio culturale e Scienza e Tecnologia, l’evento (a Milano nella sede dei Giardini Montanelli di porta Venezia) si propone di diffondere la cultura scientifica tra i cittadini di tutte le età, attraverso un ricco palinsesto di eventi: stand con esperimenti, dimostrazioni scientifiche, laboratori interattivi, talk divulgativi, momenti di incontro con i ricercatori e giochi di ruolo, visite guidate, spettacoli teatrali, concerti.

I ricercatori della Fondazione Don Gnocchi, guidati dalla direttrice scientifica Maria Chiara Carrozza, si alterneranno in uno stand attrezzato dove, grazie a esperienze interattive e video tutorial, i visitatori potranno sperimentare alcune soluzioni innovative e provare le tecnologie che stanno cambiando e cambieranno il mondo della riabilitazione.

Negli stessi giorni un evento sarà organizzato anche nella sede dell’Irccs “S. Maria Nascente” di Milano.

Questi alcuni esempi delle attività proposte nell’area tematica Salute (Medicina personalizzata ed Era spaziale:
– come le cellule comunicano a distanza (Laboratorio di Nanomedicina e Biofotonica Clinica, responsabile Marzia Bedoni);
– identificazione della firma salivare con metodologia Raman (Laboratorio di Nanomedicina e Biofotonica Clinica, responsabile Marzia Bedoni);
– attività di riabilitazione cognitiva (Centro Avanzato di Diagnostica e Terapia Riabilitativa, responsabile Francesca Baglio);
– com’è fatto il neurone? Come funziona la nostra mente? Che cosa succede quando guardiamo il mondo? L’analisi al microscopio (Laboratorio di Medicina Molecolare e Imaging in riabilitazione, responsabili Marina Saresella e Valeria Blasi);
– guarda come si muove il tuo cuore (Laboratori di bioingegneria cardiovascolare e Telemedicina, responsabile Marco Di Rienzo);
– l’elettromiografia: come misurare l’attività dei nostri muscoli per capirne il funzionamento, migliorare gli esercizi riabilitativi e realizzare ausili per soggetti con disabilità (Laboratorio di Analisi del Movimento, responsabile Maurizio Ferrarin);
– biofeedback indossabili in neuroriabilitazione (Laboratorio per la Ricerca clinica sulla Deambulazione e l’Equilibrio, responsabile Davide Cattaneo);
– la riabilitazione pediatrica può essere divertente! (CARE Lab-Computer Assisted Rehabilitation Lab, responsabile Ivana Olivieri).

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi