Link: https://www.chiesadimilano.it/news/attualita/dal-pensiero-alla-partecipazione-due-incontri-a-legnano-2800622.html
Sirio 26 - 31 maggio 2024
Share

Territorio

Dal pensiero alla partecipazione, due incontri a Legnano

Iniziativa dell’Ac ambrosiana e decanale a partire da due volumi di In dialogo: il 10 aprile si parlerà di intelligenza artificiale con Valentina Soncini e Marco Girardo, il 17 aprile di Europa con Gianni Borsa e Ferruccio de Bortoli

4 Aprile 2024

«Pensare e partecipare. Noi cittadini» è il titolo di un ciclo di due serate, con la presentazione di altrettanti volumi alla presenza degli autori, organizzate a Legnano dall’Azione cattolica ambrosiana e dall’Ac decanale, con Itl libri e il patrocinio del Comune di Legnano e della Fondazione Ticino Olona (vedi qui la locandina).

Il primo appuntamento, intitolato «Pensare nella Chiesa e nella città», si tiene mercoledì 10 aprile, alle 21, in Sala Pagani di Palazzo Leone da Perego (via Gilardelli 10, Legnano): è una conversazione a partire dal libro Lieti e pensosi. Un’intelligenza artigianale per la vita di oggi, curato da Matteo De Matteis, Valentina Soncini e Chiara Zambon e uscito da poche settimane per In Dialogo. Interviene una delle curatrici, Valentina Soncini, dirigente scolastica e docente di Teologia, che ne discute con Marco Girardo, direttore del quotidiano Avvenire.

La seconda serata, mercoledì 17 aprile, alle 21, nella stessa sede, propone una conversazione a partire dal libro Scegliere l’Europa. Domande e risposte, appena pubblicato da In Dialogo. Intervengono il curatore del libro, Gianni Borsa, giornalista esperto di questioni europee e presidente dell’Azione cattolica ambrosiana, e Ferruccio de Bortoli, giornalista, presidente della Fondazione Corriere della Sera. Entrambe le serate sono moderate da Maria Teresa Antognazza, responsabile editoriale di Itl Libri.

Il presidente dell’Ac di Legnano, Vincenzo Ingravallo, afferma: «Affronteremo anzitutto il tema del pensare oggi nella società, nella cultura, nei media, nella Chiesa. Spesso accade che, concentrati sull’urgenza dell’azione, perdiamo di vista la necessità del pensiero, che si accompagna all’ascolto reciproco, al dialogo, alla capacità progettuale. Discuteremo poi del presente e del futuro dell’Europa, anche in vista delle elezioni del Parlamento europeo di giugno, ma anche delle grandi sfide che attendono il continente, tra cui l’integrazione politica, la pace, lo sviluppo sostenibile, i movimenti migratori».