Link: https://www.chiesadimilano.it/news/arte-cultura/al-via-la-nuova-edizione-di-tra-sacro-e-sacro-monte-2-1787971.html
Share

Festival

Teatro e cultura di qualità a Varese «Tra Sacro e Sacro Monte»

La 14ma edizione al via il 6 luglio con uno spettacolo di Simone Cristicchi su Dante. In programma omaggi a Manzoni, a 150 anni dalla morte, e a Testori, nel centenario della nascita. Sarà ricordato anche monsignor Pasquale Macchi

3 Luglio 2023

Al suo quattordicesimo anno il festival «Tra sacro e Sacro Monte» vede ancora una volta grandi protagonisti del teatro e della cultura arrivare in cima al Sacro Monte di Varese, ancora di fronte alla XIV Cappella. L’edizione 2023 si prefigge il desiderio di scandagliare gli sguardi di vari autori e dei loro personaggi. «Partiamo il 6 luglio alle 21 con Simone Cristicchi che, attraverso la musica, ci porta a osservare con gli occhi di Dante un viaggio interiore dall’oscurità alla luce» spiega il direttore artistico Andrea Chiodi.

Sarà poi il 13 luglio alle 21 Maria Paiato, una delle grandi interpreti della prosa italiana «a farci vedere con gli “occhi nuovi” dell’Innominato. Nel 150° dalla morte di Alessandro Manzoni, ci mostrerà come sia bastata una notte, in quel passaggio bellissimo dei Promessi Sposi, perché per il protagonista del capitolo lo sguardo su Lucia mutasse per sempre».

Come cambia poi lo sguardo sui più fragili, sui malati, attraverso la prospettiva della comicità ce lo fa scoprire il 20 luglio alle 21 Giacomo Poretti, amico del festival e noto comico italiano insieme ad Aldo e Giovanni, con Chiedimi se sono di turno, fortunato spettacolo che, dopo aver girato l’Italia, arriva per la prima volta a Varese. «Chiuderemo, infine, i giovedì di Tra Sacro e Sacro Monte il 27 luglio alle 21 con una conversazione-spettacolo insieme ad uno dei più importanti attori di cinema e teatro del nostro Paese, che per la prima volta approda al Sacro Monte, Giancarlo Giannini, in una serata anch’essa improntata allo sguardo che muta anche grazie alla letteratura».

Ritorna l’11 luglio alle 21 alla Casa Museo Pogliaghi Atir di Serena Sinigaglia con un lavoro dal titolo Grate: la splendida vicenda di una suora di clausura che ci porta un’ulteriore visione nuova, forse la più vivace, con Chiara Stoppa diretta da Francesco Frongia.

Quest’anno si ricorderà anche il centenario dalla nascita del grande autore lombardo Giovanni Testori che, fin dalle prime edizioni, è stato messo in scena al festival al Sacro Monte. Per Testori ci saranno due creazioni nuove. L’una rinsalda la collaborazione con Karakorum Teatro e prevede diverse repliche nelle domeniche di luglio (nei giorni 9, 16 e 23 alle 10.30, 16.30 e 20) con La caduta dei cementi. Un pellegrinaggio teatrale attraverso le parole di Giovanni Testori: sarà una performance audioguidata che, percorrendo a piedi con gli spettatori la Via Sacra andata e ritorno, alterna una drammaturgia originale alle parole poetiche dello scrittore di Novate. L’altro appuntamento del 25 luglio alle 21 è una rilettura della sceneggiatura per film Amleto. Una storia per il cinema”, scritta dallo stesso Testori e riportata in scena, nella Casa Museo Pogliaghi, da Rosario Tedesco e Pasquale Di Filippo.

Così il festival si pone ancora come un momento culturale, di incontro, di nuova produzione, di crescita, puntando sull’idea che uno sguardo nuovo è quello che può cambiare cuore e pensiero.

Per «Tra sacro e Sacro Monte» l’edizione 2023 sarà anche l’occasione per ricordare monsignor Pasquale Macchi, a cento anni dalla sua nascita. Arciprete del Sacro Monte e arcivescovo di Loreto fu il lungimirante fondatore della Fondazione Paolo VI per il Sacro Monte di Varese, che da quattordici anni sostiene e promuove questa rassegna di teatro.

Per informazioni e biglietti: www.trasacroesacromonte.it

Tra Sacro e Sacro Monte a Villa Panza

In occasione del centenario della nascita, il FAI-Fondo per l’Ambiente Italiano rende omaggio a Giuseppe Panza di Biumo col progetto Opere in scena, declinato con l’obiettivo di indagare alcuni degli elementi che hanno caratterizzato la ricerca di Panza e i cui esiti sono oggi trascritti nella sua collezione. Luce, spazio, suono e natura, saranno al centro delle interpretazioni di un regista teatrale e un musicista-performer che, attraverso lo strumento della parola e della musica, genereranno suggestioni inedite. I due appuntamenti delle 19 e delle 21 saranno il 12 luglio con Elena Rivoltini e il 21 luglio con Andrea Chiodi. Per info e prenotazioni: www.villapanza.it 

Tra Sacro Monte e Casa Museo Pogliaghi

La casa museo più eclettica di Varese in occasione delle serate di spettacolo e nelle giornate di martedì 11 e 25 luglio, sarà eccezionalmente aperta al pubblico e visitabile alle 20, subito prima dell’inizio dello spettacolo. Biglietti: www.trasacroesacromonte.it