Link: https://www.chiesadimilano.it/news/arte-cultura/acec-i-teatri-si-mettono-in-rete-1027493.html
Share

Progetto

Acec, i teatri si mettono «in rete»

Il 18 ottobre in Curia la presentazione di un'iniziativa per rilanciare lo spettacolo nelle Sale della Comunità, condividendo competenze ed esperienze e puntando a un programma diffuso. Interverrà Andrée Ruth Shammah, regista e direttrice artistica del “Franco Parenti”

13 Ottobre 2022

Dieci sale teatrali dell’Associazione Cattolica Esercenti Cinema (Acec) si rinnovano nel progetto Teatri in rete. Arriva il futuro del teatro nelle Sale della Comunità della Diocesi di Milano e passa attraverso una rete che rafforza e coinvolge realtà uniche sul territorio in una stagione diffusa per rilanciare il patrimonio artistico unendo competenze ed esperienze.

Un nuovo inizio

Il progetto «Teatri in rete» verrà presentato martedì 18 ottobre, alle 11, nella Sala 210 della Curia arcivescovile (piazza Fontana 2, Milano). È il culmine di un percorso condiviso maturato nel corso degli anni e rafforzatosi durante lo stop causato dalla pandemia. È anche un nuovo inizio, una svolta radicale e impattante. Nasce per la prima volta un coordinamento tra dieci Sale della Comunità la cui esperienza sul territorio rappresenta un unicum a livello nazionale per profondità e per radicamento storico. Le singole stagioni d’eccellenza dalla tradizione pluridecennale si uniscono in una proposta che porta al pubblico più di 70 spettacoli, grazie al lavoro congiunto di 400 operatori culturali.

Ospite d’eccellenza della conferenza stampa sarà Andrée Ruth Shammah, regista teatrale e direttrice artistica del Teatro Franco Parenti, che racconterà la forza della rete insieme a don Gianluca Bernardini, presidente nazionale Acec e Acec Milano, referente dei Centri culturali cattolici di Milano, e a Giovanni Vernassa, membro del comitato di presidenza insieme a Guglielmo Mirra dell’Anet (Associazione Nazionale Esercenti Teatrali) in seno ad Agis.

Le sale protagoniste

Saranno presenti anche i referenti delle sale protagoniste: Teatro Nuovo Arcore, Teatro San Giuseppe Brugherio, Auditorium Casatenovo, Teatro Cristallo Cesano Boscone, Teatro Excelsior Cesano Maderno, Teatro San Luigi Concorezzo, Teatro delle Arti Gallarate, Sala Argentia Gorgonzola, Teatro Nuovo Magenta, Teatro San Rocco Seregno. Sale caratterizzate dal comune e apprezzato impegno sul territorio; presidi culturali e molto di più, sono anche luoghi di sperimentazioni, di totale libertà artistica e punti di riferimento saldi per progettualità in comune con enti e amministrazioni locali.

Durante la conferenza sarà presentato il programma congiunto nella sua interezza, gli obiettivi di crescita e l’impatto atteso sul territorio. Si racconterà poi l’importanza di questo cambiamento radicale e fondamentale per la vita associativa dell’Acec e per il futuro dello spettacolo dal vivo nelle Sale della Comunità che prenderà un posto ancora più importante nelle proposte al pubblico.

Il progetto è nato dall’impegno congiunto di Acec Milano, l’Associazione Cattolica Esercenti Cinema, e da Itl (Impresa Tecnoeditoriale Lombarda) con il coordinamento di Angelo Chirico e il supporto di Fondazione Cariplo.