Uscire è lo stile di una Pastorale Giovanile vocazionale che si rivolge a tutti i giovani, nessuno escluso: tre i principali appuntamenti in programma legati al Sinodo dei Vescovi sui giovani.


Uscire, includere, è l’atteggiamento contrario alla “cultura dello scarto”.
Uscire, includere, è un modo di porsi della libertà che sa riconoscere la bontà di ogni differenza.
Uscire, includere, è lo stile di una Pastorale Giovanile vocazionale che si rivolge a tutti i giovani, nessuno escluso; che è parte di una comunità cristiana titolare del compito educativo; che offre figure di riferimento ed entra in positiva alleanza con le famiglie, con gli insegnanti, con le associazioni e i movimenti e con qualsiasi figura che sia educativa; che incontra il giovane nella sua vita quotidiana e nelle varie dimensioni del suo tempo, senza ridurlo a strumento; che si mette in ascolto dei molteplici linguaggi, compreso quello legato al mondo dei new media

La Pastorale Giovanile vocazionale di ogni territorio e realtà ecclesiale, non deve temere di prendere l’iniziativa, di coinvolgersi, di accompagnare, fruttificare e festeggiare. L’inclusione non è un ulteriore sforzo che abbiamo da compiere ma l’espressione di una ritrovata vitalità dello Spirito. Il desiderio che ci siano sempre tutti, che tutti possano vivere l’esperienza dell’incontro personale con Gesù, nessuno escluso, non è più o meno forzatamente aggiunto, ma all’origine di qualsiasi vera passione educativa.

Questa tensione ad uscire, ad allargare, a non escludere, in questo prossimo anno troverà particolare espressione, a livello diocesano, in tre appuntamenti (13 ottobre, 8 aprile, 26 maggiovedi il capitolo sul Sinodo dei Vescovi sui giovani) durante i quali cercheremo di vivere il discernimento.

La Pastorale Giovanile vocazionale non è il singolo, che sia il singolo educatore, il singolo gruppo o il singolo ufficio. La Pastorale Giovanile è una comunità educante, una Chiesa, pluriforme nella sua unità. In questi tre appuntamenti si desidera essere presenti come “un cuor solo e un’anima sola”.

Ti potrebbero interessare anche: