Rubrica

Parliamone con un film

Share

Eroismo

“Spider-Man: Across the Spider-Verse” non è mai troppo tardi per cambiare le cose

Secondo capitolo della saga animata dell'uomo ragno. La storia, più complessa, si articola nella grande ragnatela che collega le “spider - persone” nel multiverso

di Gabriele Lingiardi

30 Giugno 2023
Una scena del secondo capitolo del film d'animazione dell'uomo ragno

È un’estate rovente per il cinema grazie a un’incredibile proposta di blockbuster, quasi a cadenza settimanale (mentre il film d’autore e italiano, purtroppo, latita). Dall’11 al 15 giugno si svolgerà inoltre la seconda edizione estiva di Cinema in festa. Occasione in cui si potrà acquistare il biglietto al prezzo ridotto di 3,50€. Per orientarsi nell’ampia offerta di film per famiglie che saranno in sala in questi giorni vi segnaliamo il migliore: Spider-Man: Across the Spider-Verse. Secondo capitolo che segue Un nuovo universo, opera arrivata senza grandi aspettative, si trovò nel 2018 a rivoluzionare l’animazione. Questo secondo capitolo, a cui seguirà un terzo nel marzo 2024, cerca di fare ancora più del primo e in parte ci riesce. La storia, più complessa, si articola nella grande ragnatela che collega le “ragno persone” nel multiverso.

Al posto del più noto Peter Parker, i protagonisti sono le recenti invenzioni fumettistiche: Miles Morales e Gwen Stacy nei panni di Spider-Gwen. Non mancano colpi di scena e grandi emozioni, senza perdere di vista però i toccanti momenti famigliari (bellissima la scena alla festa per il padre). Across the Spider-Verse travolge nell’aspetto visivo. Dà l’emozione di scorrere un fumetto. Con un montaggio rapidissimo, pieno di dettagli da scoprire. Impossibile descrivere le immagini, vanno viste.

È come se le pagine di un albo prendessero vita e non solo: ogni personaggio va al proprio ritmo di fotogrammi al secondo. Qualcuno è fluido, altri sono scattosi. Ognuno ha uno stile di disegno diverso, dal 3D computerizzato al live action. Le vignette che appaiono sullo schermo creano distanza o avvicinano i personaggi. Hanno un senso narrativo anche i colori che si fanno espressione degli stati emotivi. C’è persino spazio per un cattivo ispirato ai disegni di Leonardo Da Vinci! Il film metterà a dura prova chi è abituato al riflessivo e lento cinema d’autore, ma in questa categoria rientra pianamente anche Across the Spider-Verse. Video-arte che propone a tutti un invito: le cose non devono andare per forza come ci viene detto. Anche chi sembra perduto può venire salvato.