Il popolare attore e regista romano sarà presente all’inaugurazione della proiezione digitale al cinema di Lecco, una delle 120 “Sale della comunità della Diocesi

Carlo Verdone

Il cinema Palladium di Lecco in via Fiumicella (una delle 120 “Sale della comunità” della Diocesi di Milano) passa alla proiezione digitale: maggiore qualità delle immagini, maggiore versatilità nella programmazione, maggiore coinvolgimento nell’esperienza di visione, con la garanzia di sempre nella scelta dei film. Un cambiamento tutto a favore degli spettatori, un investimento coraggioso (in questi tempi di crisi) per il futuro della sala.

Il rinnovamento viene festeggiato con una serata degna del cambiamento. Ecco perché giovedì 6 dicembre la sala della parrocchia santi Gervaso e Protaso di Castello di Lecco organizza un evento con grandi nomi, tra cui spicca la stella di Carlo Verdone.

Si inizia alle 20 con l’introduzione del parroco don Egidio Casalone che spiegherà la scelta di digitalizzare la Sala. A seguire Angelo Chirico (responsabile della programmazione delle sale della comunità della Diocesi di Milano) e don Davide Milani (direttore Ufficio comunicazione della Diocesi di Milano e presidente Acec Milano) parleranno dell’azione della Chiesa di Milano, di Acec e ITL cinema per le sale in Diocesi. Prenderà poi la parola monsignor Dario Viganò (presidente della Fondazione Ente dello spettacolo), su “La sala della comunità risorsa per una città, la Chiesa locale e la cultura”.

Gran finale con Carlo Verdone che introdurrà il suo ultimo film Posti in piedi in Paradiso proponendo una riflessione sul ruolo delle Sale della comunità. A seguire la proiezione del film.

Biglietti acquistabili anche in prevendita presso i botteghini del Palladium, tutte le sere di normale apertura, mezz’ora dopo l’inizio di ogni proiezione.

Il rinnovamento del cinema Palladium è ulteriore conferma della validità del progetto culturale e pastorale delle Sale della comunità sul territorio (sono 400 in Lombardia). Un progetto che ha preso avvio nel 1949 con la nascita dell’Associazione Cattolica Esercenti Cinema (Acec) e il grande successo dei cinema parrocchiali e che ancora oggi ha forza e attualità, come dimostrano i numeri degli spettatori che frequentano, fidelizzati, le Sale.

I cinema parrocchiali riescono a innovarsi e dotarsi di strumenti che gli consentono di essere allineati al standard di comfort e tecnologia al pari delle strutture commerciali, ma con un occhio di assoluto riguardo alla qualità del contenuto. La Sala è così un luogo di svago e importante centro di aggregazione culturale e spesso unica presenza a garantire spazi di cultura e socialità. Un ruolo centrale e originale che la Chiesa riconosce da sempre.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi