Spettacoli il 6 e il 10 marzo


Redazione

Sabato 6 marzo a Bovisio Masciago (Teatro La Campanella) e mercoledì 10 marzo a San Giuliano Milanese (Teatro Ariston) sono le prossime tappe della tournée de La storia di Abramo, narrazione teatrale che fa parte del ciclo “Ti racconto la Bibbia”, ideato, prodotto e organizzato dall’Associazione culturale Ariel, dedicato ai personaggi della Scrittura, ma anche al senso che la loro storia ha nel testo per come viene raccontata. Un’iniziativa culturale, laica, per raccontare e conoscere meglio una porzione significativa del Libro dei Libri, uno dei fondamenti della nostra civiltà e della nostra cultura eppure, per molti versi, ancora troppo poco conosciuto.
La storia di Abramo è la narrazione teatrale della vicenda biblica di Abramo, così come è raccontata in Genesi 12-25. Quattromila anni fa il pastore Abramo abbandona per sempre la propria casa, in Mesopotamia, perché si sente chiamato da Dio a iniziare un lungo viaggio. Non più giovane, senza figli, con una moglie sterile, decide di partire credendo alle promesse di una terra, di una discendenza, di una benedizione. Affronta un’avventura straordinaria, conosce il dubbio e la fede più profonda, commette sbagli e compie gesti di grande generosità; incontra guerre e carestie, azioni militari e conflitti interiori, vede distruggere città malvagie e conosce uomini giusti. Avrà un figlio che dovrà sacrificare e una terra che non sarà mai davvero sua.
Vissuta quattromila anni fa, la storia di Abramo è la storia di un uomo che conosce la gioia e la paura, la fede e l’incredulità, le soddisfazioni e le sconfitte, il benessere e la sofferenza. Una storia che viene raccontata da quattromila anni perché contiene la storia di ciascuno di noi.
Lo spettacolo è stato scritto, diretto e interpretato da Alberto Baroni, Mauro Colombo e Luigi Galli, con la consulenza biblica di don Pierantonio Tremolada. Le musiche originali sono composte e dirette da Fiorenzo Gualandris ed eseguite da Eumali Trio: Eugenia Canale (pianoforte), Alice Gualandris (violino), Martina Baroni (clarinetto). Il progetto scenografico è di Maura Restelli con la collaborazione di Anna Traini. Le scenografie sono realizzate da Peppino Alemanni e Davide Balzarotti. Tecnici audio-video-luci sono Alessandro Bazzi, Roberto Chianura, Giuliano Ferrario, Michele Lonati, Federico Mapelli, Mauro Prina e Mauro Rava. Hanno collaborato Enrico Calati e Alberto Lagatta. Sabato 6 marzo a Bovisio Masciago (Teatro La Campanella) e mercoledì 10 marzo a San Giuliano Milanese (Teatro Ariston) sono le prossime tappe della tournée de La storia di Abramo, narrazione teatrale che fa parte del ciclo “Ti racconto la Bibbia”, ideato, prodotto e organizzato dall’Associazione culturale Ariel, dedicato ai personaggi della Scrittura, ma anche al senso che la loro storia ha nel testo per come viene raccontata. Un’iniziativa culturale, laica, per raccontare e conoscere meglio una porzione significativa del Libro dei Libri, uno dei fondamenti della nostra civiltà e della nostra cultura eppure, per molti versi, ancora troppo poco conosciuto.La storia di Abramo è la narrazione teatrale della vicenda biblica di Abramo, così come è raccontata in Genesi 12-25. Quattromila anni fa il pastore Abramo abbandona per sempre la propria casa, in Mesopotamia, perché si sente chiamato da Dio a iniziare un lungo viaggio. Non più giovane, senza figli, con una moglie sterile, decide di partire credendo alle promesse di una terra, di una discendenza, di una benedizione. Affronta un’avventura straordinaria, conosce il dubbio e la fede più profonda, commette sbagli e compie gesti di grande generosità; incontra guerre e carestie, azioni militari e conflitti interiori, vede distruggere città malvagie e conosce uomini giusti. Avrà un figlio che dovrà sacrificare e una terra che non sarà mai davvero sua.Vissuta quattromila anni fa, la storia di Abramo è la storia di un uomo che conosce la gioia e la paura, la fede e l’incredulità, le soddisfazioni e le sconfitte, il benessere e la sofferenza. Una storia che viene raccontata da quattromila anni perché contiene la storia di ciascuno di noi.Lo spettacolo è stato scritto, diretto e interpretato da Alberto Baroni, Mauro Colombo e Luigi Galli, con la consulenza biblica di don Pierantonio Tremolada. Le musiche originali sono composte e dirette da Fiorenzo Gualandris ed eseguite da Eumali Trio: Eugenia Canale (pianoforte), Alice Gualandris (violino), Martina Baroni (clarinetto). Il progetto scenografico è di Maura Restelli con la collaborazione di Anna Traini. Le scenografie sono realizzate da Peppino Alemanni e Davide Balzarotti. Tecnici audio-video-luci sono Alessandro Bazzi, Roberto Chianura, Giuliano Ferrario, Michele Lonati, Federico Mapelli, Mauro Prina e Mauro Rava. Hanno collaborato Enrico Calati e Alberto Lagatta. Prossime repliche – 18 marzo: Gorgonzola (Sala Argentia)20 marzo: Montichiari (Cinema teatro Gloria)25 marzo: Montelupo Fiorentino (Teatro Aurora)15 aprile: Cesano Maderno (Teatro don Virgilio)23 aprile: Abbiategrasso (Teatro Al Corso)13 maggio: Busto Arsizio (Teatro Manzoni)

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi