Domenica 11 maggio, al Teatro Manzoni, "Imparando a vivere", a favore dell'Open Village della Fondazione Tavecchio


Redazione

06/05/2008

Domenica 11 maggio, alle 20.45, il Teatro Manzoni di Monza ospita “Concerto verticale 2008. Imparando a vivere”. Si tratta di un progetto artistico nato dall’incontro tra Fabio Palma, alpinista dei Ragni di Lecco e scrittore, e i Miradavaga, raffinata band di musicisti lombardi.

Il coinvolgente sound dei Miradavaga (Queen, Toto, Dream Theater, Jimmy Barnes e altri) accompagna filmati mozzafiato di viaggi, arrampicate e altri sport estremi: sguardi sul mondo dalle Alpi all’Himalaya, dalla Patagonia all’Africa. Il tessuto narrativo, un intreccio di musica, immagini e parole, dà vita al susseguirsi di sensazioni che accompagna lo spettatore nell’infinita meraviglia della natura.

Con la direzione artistica di Maurizio Nichetti, il concept “Imparando a vivere” ha trovato spazio tra gli eventi del Trento Film Festival, il più antico e acclamato festival internazionale di film dedicati alla montagna, dove è andato in scena, in prima nazionale, venerdì 25 aprile.

L’evento monzese è voluto e organizzato dalla Fondazione Tavecchio onlus, che ha colto nel progetto l’amore per la sfida sportiva e per la natura: «Lo sport come elemento qualificante della riabilitazione dei disabili è uno dei pilastri del nostro progetto – dice Alessio Tavecchio -, perché siamo convinti che l’atteggiamento mentale, la disciplina e la sfida insiti nella pratica sportiva siano sostanziali nella costruzione e nel mantenimento del benessere per ogni essere umano».

È proprio questo l’elemento che unisce i due progetti, quello sociale dell’Open Village Monza e quello artistico del “Concerto Verticale”: lo sport come percorso verso l’indipendenza e la ricerca continua verso il meglio di sè.

«Ho avuto modo di parlare dell’edizione 2007 del Concerto verticale durante una delle conferenze della Fondazione – spiega Fabio Palma – e ho subito percepito l’affinità di idee. “Imparando a vivere” racconta di un bambino che attraverso il dialogo con la natura sperimenta e scopre se stesso. È con infinito piacere che io e i Miradavaga lo presentiamo a Monza insieme alla Fondazione Tavecchio e a sostegno del suo grande progetto».

Info e prenotazioni: tel. 039.2326499 – ufficio.stampa@alessio.org – www.alessio.org

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi