Al via una nuova edizione del festival di chitarra: dall’utilizzo dello strumento alla sua valenza come mezzo per conoscere altre culture e favorire l’integrazione

Marco Ramelli

Domenica 25 ottobre, al Centro Asteria di Milano, parte il festival “Corde d’autunno”. Il progetto nasce dall’esigenza di favorire la diffusione della fruizione della musica classica nella Zona 5 della città attraverso un approccio innovativo e originale. È stata scelta la chitarra per vari motivi: è uno strumento molto diffuso e dai costi limitati, che può essere suonato da tutti senza preclusioni economiche, ideale per essere suonato sia in formazioni cameristiche, sia in orchestra; consente diversi approcci anche per sviluppare la creatività individuale; il suo repertorio è molto legato al folclore e alle culture dei diversi Paesi e può essere quindi un ottimo strumento di conoscenza; l’offerta non va a sovrapporsi ad altre realtà, ma rappresenta un arricchimento dell’offerta culturale alla cittadinanza;

Il territorio in cui questo progetto si svolgerà ha subito negli ultimi anni una forte trasformazione diventando sempre più multiculturale. La sfida è quella di partire dalla chitarra per lavorare su temi più ampi come l’integrazione, la conoscenza delle varie culture e il senso di appartenenza europea.

Il festival ha anche l’obiettivo di favorire la creatività e i talenti italiani ed europei con concorsi di composizione ed esecuzione e la commissione di nuove opere. Il progetto coinvolgerà numerosi artisti, tra cui otto dei più straordinari giovani chitarristi europei già vincitori dei più importanti concorsi internazionali, che terranno concerti con musiche di compositori dei loro Paesi di origine (alcune appositamente scritte per l’occasione). Oltre al concerto i musicisti terranno lezioni per i giovani chitarristi e faranno incontri nelle scuole medie dove potranno raccontare delle loro esperienze e mostrare come la musica e la possibilità di viaggiare e conoscere nuove culture ha influenzato la loro vita.

Saranno previste conferenze tenute da giovani compositori: alcune si svolgeranno al Centro Asteria, altre saranno in streaming.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi