Milano Sant’Ambrogio per le Superiori e Chiari per le Medie vincono il Trofeo San Karol Wojtyla 2014. Le finali raccontate sui Social

sant'ambrogio

Un pomeriggio allo stadio “San Siro”, in memoria di San Giovanni Paolo II: gli allievi delle scuole dei Salesiani di Lombardia ed Emilia si sono dati appuntamento per le finali della tradizionale competizione giunta alla IX Edizione, il Trofeo “San Karol Wojtyla”, con tanto entusiasmo ed emozione, consapevoli chi sugli spalti, chi in campo di trovarsi nel “tempio del calcio” ed avere un’occasione unica.

La prima finale è iniziata alla 13.30, categoria Medie: l’Istituto “Don Bosco” di Brescia vince la partita contro l’Istituto “Sant’Ambrogio” di Milano, ma solo ai rigori (3-2). Alle 14.30 si sono sfidate per il primo e secondo posto la squadra delle Opere Sociali “Don Bosco” di Sesto San Giovanni (Mi) e la rappresentativa dell’Istituto “San Bernardino” di Chiari (Bs), che ha vinto 1-0 e conquistato il Trofeo della IX edizione per le scuole medie.

Alle 15.30 il fischio d’inizio per la finale terzo-quarto posto delle scuole superiori, in campo il Centro “San Domenico Savio” di Arese (Mi) e le Opere Sociali “Don Bosco” di Sesto San Giovanni (Mi). Una partita combattuta: Arese vince per 2 goals a 1. Alle 16.30 la finale più attesa, per il primo e il secondo posto, tra il Centro “Don Bosco” di Treviglio (Bg) e l’Istituto “Sant’Ambrogio” di Milano. Hanno vinto i ragazzi milanesi per 3 goals a 0, conquistando il Trofeo della IX Edizione per le scuole superiori.

Numerosi i tifosi sugli spalti: allievi a sostegno delle proprie scuole, genitori, amici, ex-allievi, professori, educatori con tanto di striscioni e bandiere per incoraggiare i giocatori.

Durante le premiazioni don Elio Cesari, Delegato della Pastorale giovanile dei Salesiani di Lombardia ed Emilia, assieme al prof. Paolo Bianco, organizzatore dell’evento, ha sottolineato le parole di Papa Francesco, rivolte con un telegramma appositamente per l’occasione a tutti i partecipanti del Trofeo: «Lo sport deve essere vissuto come esperienza di amicizia e di crescita personale e comunitaria, testimoniando ovunque i perenni valori della solidarietà e della pace per contribuire all’edificazione di un mondo più giusto e fraterno». È la sintesi degli obiettivi che un’esperienza come quella del Trofeo Wojtyla vuole proporre ai tanti ragazzi delle Scuole Salesiane di Lombardia ed Emilia coinvolti in questi anni e che le prossime edizioni della competizione coinvolgerà. Infatti «lo sport ben organizzato in contesto scolastico è un vero e proprio valore aggiunto della nostra proposta formativa», ci tiene a precisare un docente, tra gli allenatori di una delle squadre. «L’occasione che abbiamo avuto è unica – dice uno dei ragazzi in campo – e per arrivarci abbiamo dovuto dimostrare impegno e passione, sui banchi prima di tutto. La possibilità di giocare sull’erba di San Siro ci ha spronato a dare il massimo a 360°!».  

Il pomeriggio delle finali allo stadio “San Siro” è stato raccontato anche attraverso i Social del Movimento Giovanile Salesiano con l’utilizzo dell’hashtag #TSKW2014, sulla pagina Facebook, sui profili Instagram e Twitter. Sul canale YouTube saranno caricati tutti i filmati del Trofeo: interviste, sintesi delle partite e molto altro.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi