Link: https://www.chiesadimilano.it/news/milano-lombardia/volontariato-estivo-alla-libera-masseria-ancora-posti-disponibili-2808149.html
Sirio 15 - 21 luglio 2024
Share

Proposta

Volontariato estivo alla Libera Masseria, ancora posti disponibili

Dall’8 al 13 luglio e dal 15 al 20 luglio due campi per persone dai 14 anni in su, aperti anche a gruppi e famiglie. Un’esperienza di condivisione, socializzazione e sensibilizzazione sul tema dei beni confiscati alla criminalità

13 Giugno 2024
La Masseria di Cisliano

C’è ancora posto per chi volesse vivere un’esperienza comunitaria nei campi estivi di volontariato proposti dall’associazione «Una casa anche per te (Ucapte)», che si svolgono nei beni confiscati per mafia o evasione fiscale. In particolare, i posti disponibili sono alla Libera Masseria di Cisliano, in provincia di Milano.

Due le settimane proposte: dall’8 al 13 luglio e dal 15 al 20 luglio, con arrivo al lunedì mattina e ripartenza al sabato mattina. Le iscrizioni sono rivolte a giovani e adulti, dai 14 anni in su, e sono aperte anche a gruppi e famiglie. Il costo è di 170 euro. Iscrizioni solo online a questo link

Quelli di Libera Masseria non sono gli unici campi estivi proposti da Ucapte per l’estate 2024. Tra la fine di giugno e i primi di luglio, le attività si svolgeranno anche nella tenuta “Terra e libertà” di Spino d’Adda, in provincia di Cremona. Ma qui i posti sono già tutti esauriti.

«I campi estivi che organizziamo – spiega don Massimo Mapelli, presidente di Ucapte – sono in continuità con le attività che normalmente facciamo nei beni confiscati e servono ancora una volta a ribadire: “Scegli da che parte stare”. Utilizzando la formula della settimana comunitaria vogliamo poi offrire un’esperienza intensa non solo come occasione di formazione sui temi della legalità e dell’antimafia, ma anche come opportunità di condivisione, di costruzione di legami, di aggregazione e di contaminazione culturale».

Il programma dei campi estivi prevede attività di formazione e di lavori manuali alternate a incontri con realtà sociali, testimonianze e momenti di socializzazione. I temi approfonditi riguardano i beni confiscati, la presenze delle mafie al Nord Italia, agromafie, capolarato, ma anche migrazioni, carcere, giustizia sociale e Costituzione italiana.

La Libera Masseria di Cisliano

È un bene confiscato in via definitiva il 13 ottobre 2014 al clan Valle-Lampada, legato alla ‘ndrangheta. Struttura di mille metri quadri, composta da una palazzina con quattro appartamenti, due sale ristorante, un chiosco bar, una sala per feste, un giardino con piscina e un salone per esposizioni e riunioni. Il bene era oggetto di continui atti vandalici ed è per questo che l’associazione «Una casa anche per te» e Caritas Ambrosiana, insieme al Comune di Cisliano e a tante altre realtà del territorio, oltre che a cittadini volontari, il 13 maggio 2015 hanno dato vita a un presidio di difesa del bene, che è diventato presidio di giustizia sociale. Il 13 gennaio 2023 il bene è stata assegnato in via definitiva a Ucapte.

La tenuta “Terre e libertà” di Spino d’Adda

È un complesso di 4 mila metri quadri provvisto di strutture con finalità agroalimentari. I proprietari della tenuta sono stati condannati per evasione fiscale. La tenuta è stata sequestrata nel 2011 e confiscata nel 2013. Il 9 dicembre 2022 è stata sgomberata e destinata al Comune di Spino d’Adda che, a sua volta, l’ha assegnata temporaneamente alla Camera del Lavoro Territoriale di Cremona e Sindacato dei pensionati della CGIL di Cremona e all’associazione «Una casa anche per te».