Alla Casa della Memoria lunedì alle 18 l'autrice Luisa Bove parla del volume "Il Giorno in cui mio padre non morì", intervengono inoltre Francesco Mandarano (Divisione Acqui) e Giuliano Banfi (Aned); modera Diego Motta, giornalista di "Avvenire"

libro Cefalonia

Lunedì 18 settembre alle 18, presso la Casa della Memoria (via Confalonieri 14, Milano),  presentazione del libro «Il giorno in cui mio padre non morì» di Luisa Bove, edito da In dialogo. Oltre all’autrice saranno presenti Francesco Mandarano, vicepresidente Associazione nazionale
Divisione «Acqui» Milano e provincia; Giuliano Banfi,  vicepresidente Associazione nazionale ex deportati nei campi nazisti; modera Diego Motta,
giornalista di Avvenire.
«L’esperienza di Bove, ricostruita dalla figlia – si legge nella prefazione dello storico di Giorgio Vecchio -, è simile a quella di tanti altri nostri protagonisti della II guerra mondiale: poca voglia di parlare e di raccontare negli anni successivi, quasi a volersi tenere tutto dentro». La
presentazione si colloca nell’ambito della mostra fotografica documentaria «Settembre 1943 a Cefalonia e Corfù. La scelta della Divisione
Acqui» aperta fino al 24 settembre, realizzata da Orazio Pavignani, figlio di un reduce della Divisione Acqui, e promossa da Casa della Memoria,
Comune di Milano, Aned e Associazione nazionale Divisione Acqui.
Orari di apertura: ore 10-12.30 e ore 13.30-18 (compresi sabato e domenica); visite guidate su prenotazione dalle 9.30 alle 12 per le scuole
superiori (cell. 3404111676).

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi