Per il 50° di fondazione della sezione di Milano, mille persone saranno accompagnate in pellegrinaggio: tra i volontari 70 studenti del Liceo Tosi di Busto Arsizio. Ogni sera collegamenti in diretta sull'emittente radiofonica

Carlo ROSSI
Redazione

Domenica 21 giugno, presso lo scalo ferroviario di San Cristoforo (piazza Tirana, Milano), partirà il secondo pellegrinaggio organizzato dalla sezione milanese dell’Opera Federativa Trasporto Ammalati a Lourdes (Oftal) nel 2009, come occasione speciale per celebrare il 50° di riconoscimento ufficiale della presenza a Milano, avvenuto il 30 agosto 1959 a opera dell’allora cardinale Giovanni Battista Montini, futuro Paolo VI.
Circa un migliaio i partecipanti, ripartiti in un treno, un aereo e tre pullman. I malati accompagnati da Oftal saranno circa 350. Buona la presenza di giovani volontari, sia alla prima, sia alla seconda esperienza di servizio: la maggior parte proviene dal Liceo scientifico Tosi di Busto Arsizio (circa 70 ragazzi delle classi di terza superiore).
Quale concreto segno del 50°, Oftal Milano ha voluto favorire la presenza dei bambini ammalati e in condizioni di handicap. Un’attenzione particolare è stata posta verso i piccoli ospiti dei diversi Centri della Fondazione “Don Carlo Gnocchi”, visto lo speciale legame tra l’associazione e la Fondazione presieduta da monsignor Angelo Bazzarri, anche in vista della prossima beatificazione di don Carlo (il 25 ottobre a Milano).
Seguirà il pellegrinaggio a Lourdes la giornalista di Radio Marconi Francesca Lozito, che ogni sera, intorno alle 19, curerà un collegamento per raccontare le emozioni e gli eventi vissuti nel corso della giornata (info: www.circuitomarconi.com).
Tra i momenti previsti all’interno del pellegrinaggio, si segnala in particolare la Cerimonia dell’Accoglienza (per il personale al primo anno di servizio) e dell’Impegno (per il personale al secondo anno di servizio). Il pellegrinaggio si concluderà sabato 27 giugno, con l’arrivo del treno in mattinata presso lo scalo di San Cristoforo. Domenica 21 giugno, presso lo scalo ferroviario di San Cristoforo (piazza Tirana, Milano), partirà il secondo pellegrinaggio organizzato dalla sezione milanese dell’Opera Federativa Trasporto Ammalati a Lourdes (Oftal) nel 2009, come occasione speciale per celebrare il 50° di riconoscimento ufficiale della presenza a Milano, avvenuto il 30 agosto 1959 a opera dell’allora cardinale Giovanni Battista Montini, futuro Paolo VI.Circa un migliaio i partecipanti, ripartiti in un treno, un aereo e tre pullman. I malati accompagnati da Oftal saranno circa 350. Buona la presenza di giovani volontari, sia alla prima, sia alla seconda esperienza di servizio: la maggior parte proviene dal Liceo scientifico Tosi di Busto Arsizio (circa 70 ragazzi delle classi di terza superiore).Quale concreto segno del 50°, Oftal Milano ha voluto favorire la presenza dei bambini ammalati e in condizioni di handicap. Un’attenzione particolare è stata posta verso i piccoli ospiti dei diversi Centri della Fondazione “Don Carlo Gnocchi”, visto lo speciale legame tra l’associazione e la Fondazione presieduta da monsignor Angelo Bazzarri, anche in vista della prossima beatificazione di don Carlo (il 25 ottobre a Milano).Seguirà il pellegrinaggio a Lourdes la giornalista di Radio Marconi Francesca Lozito, che ogni sera, intorno alle 19, curerà un collegamento per raccontare le emozioni e gli eventi vissuti nel corso della giornata (info: www.circuitomarconi.com).Tra i momenti previsti all’interno del pellegrinaggio, si segnala in particolare la Cerimonia dell’Accoglienza (per il personale al primo anno di servizio) e dell’Impegno (per il personale al secondo anno di servizio). Il pellegrinaggio si concluderà sabato 27 giugno, con l’arrivo del treno in mattinata presso lo scalo di San Cristoforo.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi