L'attrice milanese torna in Opera San Francesco non in veste di volontaria ma di grande attrice e legge uno dei racconti più celebri della scrittrice danese. L’appuntamento è per domenica 27 ottobre alla chiesa dei Cappuccini di viale Piave 2 a Milano

lella_costa

Lella Costa sarà una delle protagoniste della rassegna di eventi “Insieme a San Francesco oggi” dove presenterà agli amici di Opera San Francesco “Il pranzo di Babette”.

Si tratta di un reading, cioè dell’attrice che, sola, sul palco – in questo caso quello allestito appositamente nella chiesa del Sacro Cuore di viale Piave 2 a Milano – leggerà il celebre e meraviglioso racconto – nella versione adattata da Giulia Cogoli – scritto da Karen Blixen e pubblicato nel 1950.

L’appuntamento è per la sera di domenica 27 ottobre alle 20.30 quando Lella narrerà le vicende ambientate nel 1871 di due sorelle norvegesi, ormai anziane, e il loro incontro con Babette, una raffinata cuoca francese fuggita da Parigi perché accusata di essere una rivoluzionaria. Filippa e Martina dopo una vita intera di frugalità, cura e aiuto per gli altri e i bisognosi, la accolgono in casa, in cambio del suo aiuto come governante e nell’attività di carità che le due sorelle svolgono da sempre. 

Quando poi Babette scopre di aver vinto 10.000 franchi alla lotteria francese, tutti gli abitanti del villaggio norvegese, sono convinti che con quel denaro decida di tornare finalmente in patria, ma Babette invece lo spenderà per organizzare un pranzo in memoria del padre delle due sorelle e mostrar loro la sua riconoscenza. 

Questa la storia, semplice e scritta con maestria dall’autrice danese Karen Blixen che Lella Costa ha scelto non a caso:

«Tutto nasce qualche anno fa da un’idea di Giulia Cogoli – ideatrice del Festival di Pistoia “Dialoghi sull’uomo” – che mi propose di leggere una sua riscrittura de “Il pranzo di Babette”. Io ho talmente amato il testo da aggiungerlo poi al mio repertorio. È uno spettacolo che riscuote sempre grande successo, perché a mio parere è un racconto perfetto, scritto straordinariamente bene, da cui è stato tratto anche un film che, non a caso, ha vinto un Oscar. Ma anche solo nella pura lettura, senza alcun supporto di immagini o musica, viene fuori tutta la sapienza di scrittura di Karen Blixen. I temi racchiusi nell’intreccio sembra che ci riguardino profondamente e sono capaci di coinvolgerci senza messaggi o proclami, ma solo con la storia. È una gioia per me leggerlo, e spero anche per gli spettatori amici di OSF ascoltarlo».

Il reading verrà presentato all’interno degli eventi di “Insieme a San Francesco oggi. La festa della solidarietà e dell’accoglienza” e in particolare in un ciclo di appuntamenti curati da Giulia Cogoli dal titolo “Condividere il futuro”.

L’edizione di quest’anno della rassegna è stata arricchita e ripensata in occasione del sessantesimo anniversario di Opera San Francesco, OSF: il 20 dicembre 1959 infatti, 60 anni fa, Fra Cecilio – portinaio del convento di viale Piave – inaugurava, sulle orme di San Francesco d’Assisi, la Mensa dei Poveri di Corso Concordia, quella che tutt’oggi è capace di offrire fino a 2500 pasti al giorno a chi si trova in difficoltà. Il primo servizio di OSF, al quale negli anni sono susseguiti molti altri, allo scopo di dare un aiuto concreto ai poveri.

Da allora infatti, uomini, donne e famiglie, italiani e stranieri, possono contare su diversi servizi: le due Mense – a quella storica si è infatti aggiunta la più recente in Piazzale Velasquez; il Servizio Docce e Guardaroba che permette loro di lavarsi e avere degli abiti puliti; il Poliambulatorio grazie al quale ricevono cure mediche e medicinali gratuitamente; l’Area Sociale che offre supporto per la ricerca di lavoro e assiste gli utenti che intendono riprendere in mano la propria vita professionale, sociale o hanno necessità di una sistemazione abitativa – attraverso il Progetto Housing First e Housing Sociale. Senza dimenticare il Centro Raccolta dove i cittadini possono consegnare le loro donazioni di indumenti o medicinali che andranno a beneficio dei poveri.

Durante tutto il 2019 OSF proporrà ai cittadini diversi momenti di incontro e confronto volti sia a far conoscere i propri servizi e i suoi bisogni, ma anche ad ascoltare le voci della società e comunità in cui opera. Per conoscerli tutti visitare https://operasanfrancesco.it/eventi/.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi