Sirio 01-03 marzo 2024
Share

Volontariato

Filippo Tortu, un giorno all’Opera San Francesco

La medaglia d'oro olimpica nella staffetta 4×100 metri ha prestato servizio nella mensa di via Concordia, distribuendo il pasto a chi ne ha bisogno

di Lorenzo Garbarino

3 Marzo 2023
Filippo Tortu assieme ad alcuni volontari di OSf (foto Opera San Francesco)

Ricordiamo tutti la vittoria «di corto muso» di Filippo Tortu alle Olimpiadi di Tokyo 2021 nella staffetta 4×100 metri. Per una volta, il campione di atletica ha lasciato le scarpe da corsa a casa per indossare un grembiule rosso. Tortu ha accettato infatti con entusiasmo di partecipare a «Volontario all’Opera per un giorno», il progetto di Opera San Francesco che coinvolge alcuni tra i volti più noti del Paese, anche nel panorama dello sport. 

Tortu ha trascorso una mattinata in Opera San Francesco e conosciuto in prima persona la realtà di accoglienza e aiuto gratuiti che, dal 1959, a Milano è un punto di riferimento per i poveri e per chiunque si trovi in difficoltà.

La prima tappa della visita è stata al Servizio Docce e Guardaroba. Accompagnato da fra Marcello Longhi, presidente di Osf, il campione italiano ha visto come ogni giorno circa 110 persone possano lavarsi e ricevere un cambio d’abito gratuito. In mensa invece Tortu si è messo al lavoro: con grembiule e badge si è trasformato in volontario e ha scodellato un piatto fumante di risotto ai commensali del Servizio storico di Osf.

Filippo Tortu mentre serve i pasti alla mensa di corso Concordia a Milano (foto Opera San Francesco)

Sorridente e socievole, il velocista è rimasto meravigliato dell’impegno di Opera San Francesco: «È stata una bellissima mattinata, quella in Osf. Ho visto con i miei occhi quanta voglia, passione e organizzazione ci sia dietro questo mondo che conoscevo, ma non personalmente. Reputo il momento del pasto molto importante per la quotidianità di ognuno di noi. È condivisione. E mi ha fatto piacere trascorrerlo con queste persone. Opera San Francesco è unione». 

Opera San Francesco è oggi capace di offrire fino a 2300 pasti al giorno. Alla storica mensa di corso Concordia si è aggiunta la più recente in piazzale Velasquez. Oltre al servizio docce e guardaroba, è disponibile un poliambulatorio per le cure mediche e medicinali gratuiti.

Tutto questo è da sempre reso possibile grazie a un grande numero di volontari, persone che hanno deciso di impegnarsi in favore del prossimo. Più di 1200 cittadini – di cui 200 medici – permettono ogni giorno le attività di Opera San Francesco. Senza dimenticare il centro raccolta, dove i cittadini possono consegnare le loro donazioni di indumenti o medicinali che andranno a beneficio dei poveri.

Fra Marcello Longhi in merito all’iniziativa ha aggiunto: «Sono sempre contento di aprire le porte dei nostri servizi ai cittadini: è il modo migliore per far capire concretamente cosa facciamo e come lo facciamo. Tutto ciò che Osf garantisce alle persone in povertà è realizzabile grazie ai donatori e ai volontari a cui va il nostro più accorato grazie. Volontario all’Opera per un giorno è una fantastica iniziativa per diffondere questo enorme bene e non posso che essere grato a chi vi partecipa con passione ed entusiasmo».