Share

Appuntamenti

«Fa’ la cosa giusta!», da vent’anni la voce della sostenibilità

La Fiera del consumo critico e degli stili di vita sostenibili a Milano dal 22 al 24 marzo. Un fitto programma culturale, incontri per studenti e insegnanti, 32 mila metri quadrati di aree espositive

1 Marzo 2024

«Rendere visibile l’essenziale» è il filo rosso che «Fa’ la cosa giusta!» – la Fiera nazionale del consumo critico e degli stili di vita sostenibili – intreccia per la sua ventesima edizione, in programma dal 22 al 24 marzo all’Allianz MiCo di Milano (viale Scarampo – angolo via Colleoni – padiglioni 3 e 4). Ispirandosi alla famosa frase del Piccolo Principe di Saint-Exupery, la fiera, organizzata dalla casa editrice Terre di mezzo, racconta in 8 sezioni tematiche e 32 mila metri quadrati di stand le aziende, i servizi e i prodotti, ma anche i sogni, i desideri, i comportamenti personali di consumo che fanno il mondo migliore.

Il programma

Tra gli appuntamenti proposti, si conferma la “Fiera dei Grandi Cammini”, una delle aree più iconiche di «Fa’ la cosa giusta!»: 3 giorni di eventi e un’ampia esposizione di stand dedicati alle proposte di cammini, cicloviaggi e turismo consapevole che valorizzano le comunità, i patrimoni territoriali, culturali, naturali ed enogastronomici.

Ritorna negli spazi della fiera anche «Sfide – La scuola di tutti»: oltre 70 gli appuntamenti che offrono formazione certificata a insegnanti e personale scolastico, ma anche a genitori, grazie al coinvolgimento di docenti ed esperti da tutta Italia. «Presenti! Insegnare insieme» è il titolo dell’edizione di quest’anno, per cui si conferma la collaborazione con Edizioni Erickson e Mce (Movimento di Cooperazione Educativa). Per partecipare agli eventi di Sfide è necessario iscriversi e acquistare il biglietto d’ingresso sull’apposito sito sfide-lascuoladitutti.it.

Durante i tre giorni di fiera si sviluppa un fitto programma culturale di incontri, laboratori, mostre fotografiche, degustazioni e spettacoli, per grandi e bambini, a cura di esperti e associazioni. In particolare, la giornata di venerdì 22 marzo prevede attività pensate ad hoc per gli studenti delle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo e secondo grado con l’obiettivo di stimolare la loro curiosità e accrescere le competenze sui temi della sostenibilità ambientale e sociale.

Gli esposiitori

In parallelo al programma culturale, ad accogliere i visitatori sono allestiti due piani di espositori accuratamente selezionati su tutto il territorio nazionale e divisi in diverse aree tematiche.

C’è la “Critical fashion”, che ospita produttori di abbigliamento e accessori realizzati con materiali riciclati o di riuso, filati biologici o naturali, materie prime organiche; mentre nella sezione “Abitare green” si possono trovare complementi di arredamento ma anche informazioni sull’energia prodotta da fonti rinnovabili. Al pubblico vegano è dedicata un’intera area che raccoglie prodotti dall’abbigliamento all’alimentazione; la “Cosmesi naturale e biologica” offre invece prodotti per la bellezza e cura del corpo e della casa. Immancabili “Il pianeta dei piccoli”, attento a prodotti e servizi per la cura del bambino, e “Mangia come parli”, la sezione giusta per chi desidera approfondire con degustazioni e laboratori la conoscenza dei prodotti provenienti da agricoltura biologica, biodinamica, a Km0 o della filiera del commercio equo e solidale. I progetti di associazioni, distretti e reti Ong, associazioni di tutela dei consumatori e sindacati sono infine presentati nella sezione “Pace e partecipazione”.

Info: www.falacosagiusta.org