Una proposta formativa di “Città dell’uomo”, con incontri in programma alla Casa della Carità

giovani

“Dalla crisi quali lezioni?”: a partire da questa domanda, “Città dell’uomo”, associazione fondata da Giuseppe Lazzati, e la Casa della Carità promuovono, con la collaborazione di “Comunità e Lavoro”, un ciclo d’incontri per giovani dedicato all’approfondimento dei vari profili della grave crisi che ci attanaglia.

L’intento di questa proposta formativa è quello di comprendere cause e possibili sbocchi di una situazione tanto difficile anche per il mondo giovanile. Gli incontri si terranno al sabato presso la “Casa della Carità” (via Brambilla 10, Milano), inizieranno alle 10.30 e si chiuderanno alle 16.30 (alle 13, pausa pranzo). Dopo l’introduzione del relatore, la giornata prevede momenti di dibattito, confronto e di animazione con proiezioni video.

Il primo appuntamento sarà il 21 settembre con la presentazione dell’iniziativa da parte di Luciano Caimi, presidente di “Città dell’uomo”, e la relazione di Guido Formigoni (Università Iulm – Milano) sul tema “Gli effetti sulla democrazia e sulla politica”. Il percorso proseguirà il 12 ottobre, su “Le responsabilità dell’economia e della finanza”, con Luigino Bruni (Lumsa – Roma). Poi il 26 ottobre, su “Le difficoltà del mondo del lavoro”, interverranno Luciano Venturini e Francesco Marcaletti (Università Cattolica – Milano). L’ultimo incontro, il 16 novembre, su “Le ricadute sul Welfare”, sarà con don Virginio Colmegna, presidente della Fondazione Casa della Carità.

Per iscrizioni: Cristina Sampietro (scristina.sampietro@casadellacarita.org), Martino Liva (mliva86@gmail.com), Luciano Caimi (luciano.caimi@tiscali.it).

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi