Durante la settimana del VII Incontro mondiale per le Famiglie l’emittente si è ribattezzata “Radiofamily” e ha seguito in diretta no-stop ogni momento della visita del Pontefice

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Tutto il Papa minuto per minuto. Per diventare un tutt’uno con il VII Incontro mondiale delle Famiglie Radio Marconi ha addirittura cambiato nome: per una settimana è diventata “Radiofamily”. Speciali, approfondimenti e interviste dal Congresso al Mico in preparazione alla tre giorni no-stop con la diretta integrale di ogni momento della visita a Milano del Santo Padre.

In studio si sono alternati tutti i conduttori che hanno commentato ogni fase della visita, a partire dall’atterraggio dell’aereo del Papa a Linate venerdì, proseguendo con l’intensissima giornata di sabato, prima della grande messa finale a Bresso. Ogni momento è stato preparato con interviste pre-registrate, ma anche con il collegamento con i giornalisti presenti sul luogo degli incontri.

Nelle dirette sono entrati anche i protagonisti degli eventi: gli entusiasti ragazzi della Cresima di San Siro, insieme ai loro genitori e catechisti; i religiosi al termine della recita dell’Ora media, sabato mattina in Duomo; i partecipanti alla Festa delle Testimonianze dal pratone di Bresso. Un modo per testare subito e in diretta il sentimento che ha caratterizzato queste giornate: lo straordinario affetto testimoniato al Papa.

Gran ricorso alla fantasia per chi ha commentato le colorate coreografie di San Siro; particolarmente radiofonica si è rivelata la Festa di Bresso, nel corso della quale sono state proposte interviste con i protagonisti sul palco, prima e poi insieme al Papa. Costante anche l’aggiornamento dalla Sala stampa, le reazioni e gli umori degli organizzatori e della Chiesa milanese. Un’overdose di informazione ed emozioni cui hanno partecipato gli ascoltatori, invitati a lasciare messaggi, opinioni e osservazioni, poi trasmessi nel corso dei contenitori informativi. Alla fine il contachilometri marconiano ha messo insieme la bellezza di 38 ore di diretta in tre giorni; con una vera e propria maratona venerdì e sabato, la diretta ininterrotta dalle 7 alle 23.

Alla fine la soddisfazione del manipolo di tecnici e giornalisti: aver riproposto attraverso l’agilità della radio un grande evento per la comunità cristiana e per la società civile; aver permesso a tanti di parteciparvi anche se impossibilitati; essersi riconfermati voce a servizio della Chiesa di Milano.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi