Si è chiuso il bando di Fondazione Cariplo dedicato alle sale polivalenti. Il Centro Servizi Acec Lombardia ha seguito le Sale nella presentazione dei nuovi progetti

Sala della comunità

Otto Sale della Comunità pronte ad ampliare la propria offerta, promuovendo così ancora più ricchezza culturale per il territorio. Si tratta di quelli che una volta erano chiamati cinema parrocchiali e che, con il supporto del Centro servizi Acec Lombardia, hanno deciso di partecipare alla nuova edizione del bando di Fondazione Cariplo “Rafforzare il legame delle sale culturali polivalenti con il territorio”.

Fondazione Cariplo riconosce l’importanza di queste sale, esempi di buone pratiche culturali al servizio della comunità, specie nelle aree periferiche metropolitane o nei piccoli Comuni di provincia, dove spesso rappresentano l’unico presidio culturale a disposizione della popolazione. La loro attività è però spesso messa in crisi dalla forte concorrenza di altre forme di intrattenimento, a volte più “facili” e cariche di maggiori possibilità economiche, e per questo da tre anni ha deciso di finanziare progetti che mirano a incrementare la partecipazione del pubblico; a promuovere le competenze degli spettatori attraverso percorsi di educazione al linguaggio cinematografico rivolti a diverse fasce di pubblico, preferibilmente ai giovani; ad ampliare le proposte con l’integrazione nella programmazione di attività legate al teatro e alla musica; a realizzare adeguamento tecnologici e infrastrutturali, soprattutto nella direzione della digitalizzazione delle sale. Già 23 sale legate al circuito di Acec hanno avuto accesso al finanziamento di Fondazione Cariplo negli ultimi due anni.

Nei giorni scorsi si è chiusa l’edizione 2013 del bando, e per il Centro Servizi Acec è tempo di un bilancio sul lavoro svolto. Il Centro Servizi Acec Lombardia è una struttura – attiva dallo scorso anno -che si occupa di fornire servizi di consulenza, formazione e informazione alle Sale della comunità della regione: in questa fase ha svolto sia attività di formazione on the job, cioè affiancamento e assistenza ai referenti delle sale che hanno svolto il compito di redigere il progetto e definire il piano economico, sia attività di progettazione avanzata, operando direttamente per conto della sala nella stesura del progetto, del piano economico e nella presentazione della candidatura alla Fondazione Cariplo.

Il percorso di affiancamento on the job si è svolto con due incontri di gruppo, oltre tre incontri individuali per ogni sala, più il confronto costante via telefono e mail. Le sale hanno ricevuto istruzioni sulle caratteristiche generali del bando, sui contenuti da sviluppare, su come impostare il progetto e redigere il piano finanziario, su come compilare e presentare il modulo di progetto. Il Centro Servizi inoltre ha svolto ruolo di interlocuzione con la Fondazione Cariplo in merito ai dubbi che provenivano dalle sale, stilando poi un documento di FAQ più volte aggiornato e condiviso con tutti. Per tutte le sale, infine, il Centro Servizi ha verificato, prima dell’invio definitivo da parte della sala, la pertinenza formale della domanda presentata, ovvero la presenza di tutti gli allegati e la documentazione prevista dal bando.

Le sale seguite in affiancamento “on the job” fanno riferimento ad Acec Milano (3), SAS Brescia (2) e SAS Bergamo (1). Entrambe le sale seguite in affiancamento avanzato fanno riferimento ad Acec Milano. Si prevede che i risultati del bando, con l’indicazione dei progetti ammessi a finanziamento, verranno resi noti non prima di ottobre.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi