All’Auditorium San Marco incontro promosso da Comunità pastorale Beato Paolo VI, Fondazione Centro di documentazione ebraica contemporanea, Sae e Centro culturale protestante in occasione della Giornata per il dialogo ebraico-cristiano

David Wander, “Renew our days as of old” (from Echah), 2011
David Wander, “Renew our days as of old” (from Echah), 2011

«Fa’ che ritorniamo a te, Signore (Lamentazioni 5,21)» è il tema dell’incontro a più voci che la Comunità pastorale Beato Paolo VI, la Fondazione Centro di documentazione ebraica contemporanea, il Segretariato attività ecumeniche e il Centro culturale protestante organizzano domenica 14 gennaio, dalle 15.30 alle 18, presso l’Auditorium San Marco (piazza San Marco 2, Milano), in occasione della 29a Giornata per il dialogo ebraico-cristiano. Un percorso che parte dal testo biblico e lo attualizza, per reinserirlo nel più ampio orizzonte del dialogo ebraico-cristiano e del rapporto con la Terra; a scandire le tappe, l’esecuzione della musica che alle Lamentazioni si ispira.

Ecco il programma
Accoglienza, saluti
Stellerranti (Cinzia Bauci voce, Lydia Cevidalli violino, Pierantonio Gallesi fisarmonica): «Le Lamentazioni in musica»
Pier Francesco Fumagalli, dottore della Veneranda Biblioteca Ambrosiana: «Il libro delle Lamentazioni»
Anna Maffei e Massimo Aprile, pastori della Chiesa Evangelica Battista di Milano Pinamonte: «Le Lamentazioni, un libro per l’oggi»
Vladimir Zelinsky, Arcidiocesi Ortodossa d’Italia del Patriarcato Ecumenico di Costantinopoli: «Testimoni ortodossi del dialogo ebraico-cristiano»
Bruno Segre, già presidente dell’Associazione Amici di Neve Shalom Wahat al-Salam: «La Terra perduta, amata, sognata»
Modera Claudia Milani, docente di Ebraismo, Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale, Torino
Conclusioni e saluti.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi