Mentre centinaia di ragazzi e adolescenti sono impegnati nell’esperienza degli oratori feriali, tanti gruppi già partono a turno per vivere giornate di condivisione all’aria aperta, mentre i giovani si preparano a mete più impegnative

di Luisa BOVE

vacanze adolescenti

Campeggi in montagna e Terra Santa sembrano essere le proposte più gettonate dalle parrocchie della Diocesi per le vacanze estive di ragazzi e giovani. Discorso a parte per chi ha scelto di vivere l’esperienza della Giornata mondiale della gioventù a Rio de Janeiro a fine luglio. Già domani una sessantina di ragazzi delle elementari delle cinque parrocchie di Vimercate iniziano il campeggio a Valsavarenche, in Valle d’Aosta; seguiranno a ruota quelli delle medie e poi delle superiori, sempre con turni di 60 persone. Durante la settimana saranno presenti 7-8 educatori per seguire i ragazzi. La parrocchia di Burago in Molgora organizza invece una vacanza in casa per ragazzi dalla quinta elementare alla terza media. Il 1° agosto patiranno invece le famiglie, per un totale di 50 persone tra genitori e figli. «Proponiamo in alternanza giornate di campo e gite – spiega don Marco Pavan – con attività a tema al mattino: il filo conduttore per i più piccoli sarà la storia di “Momo”, per i più grandi “Il Piccolo Principe” e per gli adolescenti una specie di “Decamerone” con lavoro personale e a gruppi». Anche i giochi saranno contestualizzati e durante le gita saranno proposte altre attività mirate. Invece per la prima volta 28 giovani di Rho andranno dal 14 al 25 agosto in pellegrinaggio in Terra Santa. «Prima visiteremo la Galilea – dice don Marco Fusi -, poi Betlemme, dove in autogestione condivideremo le giornate con giovani palestinesi che ci faranno conoscere la realtà: andremo al campo profughi e ascolteremo alcune testimonianze della vita dei cristiani. A Gerusalemme invece incontreremo il Patriarca e visiteremo i luoghi santi». Durante l’anno i giovani si sono preparati dal punto di vista spirituale e biblico aiutati dalle Sorelle del Signore. Ad accompagnare il gruppo oltre a don Marco ci saranno anche don Giovanni e don Matteo delle altre parrocchie. Oggi inizia un mese di vacanza per oltre 300 ragazzi delle medie e adolescenti che a turno faranno campeggio a Usseglio, nella Valle di Lanzo (Piemonte), «un paesino sperduto ma ospitale». In programma gita all’affascinante Cima del Rocciamelone intitolata a Nostra Signora, «una passeggiata fino a 1500 metri in cui i ragazzi sono chiamati a misurarsi». Destinazione Pinzolo per gli oltre 130 ragazzi e 23 adolescenti di Tradate, Abbiate Guazzone e Ceppine che partiranno a turno per il campeggio estivo. Invece 23 giovani vivranno dal 6 al 15 agosto l’esperienza della Terra Santa. «Ma non sarà un pellegrinaggio tradizionale – assicura don Emilio Gerli -, oltre a visitare i luoghi della fede, i pellegrini conosceranno le realtà locali». In programma l’incontro con i Salesiani e con le Piccole sorelle di Charles de Foucauld, quindi visita ad alcune famiglie di Nazareth e all’Ospedale pediatrico di Betlemme dove vengono curati bambini palestinesi e musulmani.

Anche Treviglio si mobilita per l’estate con le sue 5 parrocchie. «Una quarantina tra adolescenti e 18enni dal 25 luglio al 4 agosto saranno alla Madonna di Senales, in Alto Adige, per il tradizionale campeggio seguendo la proposta formativa della Fom», dice don Stefano Valsecchi; 57 ragazzi delle medie dal 15 al 25 luglio rifletteranno sulle virtù cardinale e teologali a partire dai racconti di Herry Potter; i più piccoli invece dal 15 al 20 luglio saranno in una casa a Roncobello, nella Valle del torrente Valsecca (Bergamo) per una breve vacanza. I giovani invece si divideranno: una decina parteciperà il 27 luglio alla Veglia organizzata a Caravaggio collegandosi con Rio de Janeiro per la Gmg; altri 10 invece parteciperanno ai Cantieri della solidarietà promossi dalla Caritas ambrosiana e partiranno per Agrigento, dove al Centro pastorale «DiversaMente» svolgeranno attività di animazione e gioco con i disabili. Ben 1300 ragazzi della Comunità pastorale di Cernusco sul Naviglio stanno vivendo l’oratorio feriale, ma a turno (140 per volta) partono per una settimana di vacanza a Bolveno vicino a Pinzolo o in campeggio a Valsaveranche. Invece i giovani (54 universitari), dopo aver seguito durante l’anno la Scuola della Parola sull’Esodo, lo vivranno in prima persona dall’1 al 9 agosto. «Andremo sul Sinai e da lì raggiungiamo la Terra Santa per concludere il nostro pellegrinaggio a Gerusalemme», racconta don Andrea Ferrarotti. «Ai 18-19enni proponiamo ogni due anni il Cammino di Santiago come vacanza qualificante il loro percorso personale». Dal 10 al 27 agosto partiranno in 62 per percorrere a piedi 195 chilometri. Lungo la strada mediteranno la lettera di Giacomo fino a raggiungere la cattedrale di Compostela intitolata all’apostolo.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi