Il futuro di una nuova economia nel dialogo e nella collaborazione al centro di un convegno a Monza promosso dal Decanato per stimolare il territorio a trovare nuovi modelli di sviluppo e partecipazione

Magatti

È ancora possibile sperare in una economia a misura di uomo? In un panorama spesso controverso si cercherà di dare una risposta a questo quesito nel corso del convegno “Una ‘impresa’ che genera speranza”, in programma a Monza, presso l’aula magna della Facoltà di Medicina, giovedì 27 marzo alle 20.45 (Edificio U8, via Cadore 48).

Un momento di confronto fortemente voluto dal Decanato di Monza che, per rispondere alle suggestioni offerte dalla Lettera pastorale dell’Arcivescovo di Milano, cardinale Angelo Scola, a partire dallo scorso ottobre ha costituito un tavolo di confronto tra Chiesa e rappresentanti di diverse realtà attive sul territorio, dalla comunicazione al terzo settore, dall’industria al sindacato, fino agli istituti di credito, per mantenere viva l’attenzione sul tema del “fare economia” senza perdere di vista i valori cardine sui quali si basa la vita della persona.

Il lavoro di questo gruppo, denominato “Mondo Economia” intende così rispondere alla sempre più impellente necessità di interrogarsi sui temi legati alla sfera economica e soprattutto sulla effettiva possibilità di individuare nuove modalità per gestirne le complesse dinamiche. L’obiettivo è coinvolgere tutti gli attori del territorio per comprendere come fare impresa, formazione, comunicazione, e come affrontare oggi il lavoro in un contesto attraversato da profondi mutamenti, ma comunque aperto al futuro.

Il programma del convegno prevederà una relazione iniziale di Mauro Magatti, docente alla Facoltà di Scienze politiche e sociali dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. A seguire, alcuni interventi proposti da quattro rappresentanti del territorio, legati ovviamente a doppio filo al tema economico: Renato Mattioni, segretario generale della cCamera di Commercio di Monza e Brianza; Massimo Manelli, direttore di Confindustria Monza e Brianza; Johnny Dotti, amministratore unico di Welfare Italia, e Silvano Camagni, presidente della Banca di Credito Cooperativo di Triuggio e della Valle del Lambro, che presenteranno alcune istanze dei rispettivi ambiti di provenienza (economia, industria, terzo settore e finanza) in una logica di confronto attivo.

Il convegno vuole essere un primo, importante, momento di riflessione comune cui far seguire periodicamente altre occasioni di dibattito: l’Équipe Mondo Economia del Decanato di Monza, infatti, intende proseguire in modo attivo la ricerca di una economia eticamente sostenibile e portatrice di speranza per il futuro, mettendosi al servizio del territorio per approfondire temi, offrire momenti di formazione, incontrare chi, lavorando, crede che sia possibile ripensare il mondo del business, del lavoro e della scuola in un’ottica di radicale speranza. 

Info: 327.2364937; monzasangiuseppe@chiesadimilano.it

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi