Piantumazione presso la Chiesa protestante di Milano a cura del Consiglio delle Chiese Cristiane, nell’ambito del programma di scambio con la Chiesa luterana tedesca in vista dei 500 anni della Riforma

albero Lutero

Continua tra le Chiese cristiane il fraterno scambio di alberi per completare vari giardini di commemorazione dell’inizio della Riforma avviata da Lutero nel 1517. A Milano l’iniziativa si propone domenica 23 febbraio. Un albero che vuol essere simbolo visibile dell’impegno ecumenico crescente, sia a livello locale, sia a livello internazionale.

In effetti, il melo che verrà piantumato dal Comitato di presidenza del Consiglio delle Chiese Cristiane di Milano, a nome di tutte le Chiese aderenti al Consiglio, nel giardino della Chiesa Cristiana protestante milanese (in via Marco De Marchi 9), è un “albero di corrispondenza” dell’albero messo a dimora nello scorso novembre nel “Giardino di Lutero” a Wittenberg.

Il “Giardino di Lutero”, ideato con la fattiva cooperazione dell’attuale presidente della Chiesa cristiana protestante in Milano, l’architetto Andreas Kipar, è una delle tante iniziative che le Chiese luterane hanno messo in atto per avvicinarsi proprio in chiave ecumenica alla commemorazione dei 500 anni dall’inizio della Riforma protestante.

Un piccolo segno che desidera lanciare un seme di speranza. Un altro albero era stato piantumato nel gennaio 2011, per conto della Chiesa ambrosiana, accanto all’abside della Basilica di San Marco, in presenza di una delegazione di vertice della Chiesa evangelica luterana unita di Germania.

Alla cerimonia sono invitati i partecipanti al Consiglio e quanti desiderano condividere un momento di partecipazione ecumenica: la piantumazione avverrà alle 14 presso l’“Orto della Fede” antistante la chiesa.

Info: www.luthergarten.de

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi