Link: https://www.chiesadimilano.it/news/chiesa-diocesi/un-docufilm-racconta-il-beato-don-ciceri-e-la-sua-vita-spesa-per-gli-altri-2514556.html
Share

Santità

Un docufilm racconta il Beato Don Ciceri e la sua vita «spesa per gli altri»

L’hanno realizzato l’Associazione di volontariato intitolata al sacerdote ambrosiano beatificato nel 2022 e l’associazione di divulgazione culturale Cinema Cristiano per diffondere la conoscenza della sua figura. Le parrocchie possono farne richiesta

di Luigi CORNO Presidente Associazione Amici di don Mario Ciceri

1 Novembre 2023
Un fotogramma del docufilm

Don Mario: una vita spesa per gli altri è il titolo di un docufilm sulla vita di don Mario Ciceri – il sacerdote ambrosiano beatificato il 30 aprile 2022 nel Duomo di Milano (vedi qui) -, diretto da Marco Finola e nato dalla stretta collaborazione tra l’Associazione di volontariato Don Mario Ciceri e l’associazione di divulgazione culturale Cinema Cristiano.

All’indomani della beatificazione si è sempre più evidenziata la necessità di far conoscere la sua figura a una platea più ampia. Su sollecitazione della Diocesi di Milano, il mezzo privilegiato è stato appunto quello della realizzazione di un docufilm, che toccasse i punti salienti della vita del sacerdote, attraverso il racconto di persone che hanno avuto modo di approfondire la sua figura o che hanno ricevuto una diretta testimonianza da chi lo ha conosciuto.

Nel cortometraggio viene tracciata l’intera esistenza del Beato: dalla sua nascita (nel 1900 a Veduggio, in Brianza), passando per gli anni del Seminario e della sua ordinazione sacerdotale (nel 1924), agli anni come coadiutore nella parrocchia di Brentana a Sulbiate, fino alla tragica morte, avvenuta il 4 aprile 1945 dopo mesi di agonia in seguito all’investimento da parte di un carretto.

Particolare rilievo viene dato agli aspetti più peculiari del suo ministero: la vicinanza ai giovani, l’amore per l’oratorio, l’attenzione per i malati e i bisognosi e l’impegno negli anni difficili della seconda guerra mondiale (per cui nel 1985 gli verrà conferita la medaglia d’oro “Ribelli per Amore” da parte del cardinale Carlo Maria Martini).

Vengono delineati anche i passaggi del processo di beatificazione, dall’apertura della causa nel 2001 alla firma del riconoscimento del miracolo da parte di papa Francesco. La narrazione del miracolo è affidata direttamente alla voce di Raffaella Di Grigoli, che da bambina, tra il 1975 e il 1976, fu miracolosamente guarita per intercessione di don Mario. Tra i vari interventi, quelli di monsignor Mario Delpini, arcivescovo di Milano, don Cristiano Passoni, assistente generale dell’Azione Cattolica Ambrosiana, e monsignor Ennio Apeciti, membro del Dicastero delle cause dei Santi, che per primo ha seguito la causa di beatificazione.

Il cortometraggio evidenzia la straordinaria attualità dell’esempio di don Mario. Alcuni giovani preti testimoniano come l’incontro con il Beato li guidi nel loro ministero quotidiano. Gli abitanti di Veduggio e Sulbiate, paesi maggiormente legati alla sua figura, mettono in luce come don Mario sia una persona viva nel ricordo delle persone toccate dalla sua esistenza e dalla sua testimonianza.

L’intento del docufilm è quello di avvicinare il maggior numero possibile di persone e di far sì che il messaggio e l’esempio di una santità possibile dentro lo scorrere dei nostri giorni dati da don Mario siano la buona notizia per chi è alla ricerca di una vita ordinaria all’insegna del Vangelo.

Per richiedere il docufilm: www.cinemacristiano.org