Al Centro pastorale “C.M. Martini” della Bicocca un incontro tra studenti delle due grandi religioni in occasione della festa dell’Annunciazione

Annunciazione

Quest’anno la festa dell’Annunciazione, che di solito si festeggia il 25 marzo, sarà ricordata il 5 aprile per superare la concomitanza con il Venerdì santo. Nuova la data, ormai tradizionale l’incontro tra i giovani musulmani e cristiani. Si sta consolidando, infatti, la felice esperienza di condivisione della festa in università. Nel 2014 la si celebrò in Statale, lo scorso anno in Cattolica, quest’anno alla Bicocca, alle 13, al Centro pastorale “C. M. Martini” (Piazzetta Difesa per le donne, Edificio U17).

Prenderà la parola per prima una giovane musulmana turca, Meral Yildiz, dell’associazione Alba, per descrivere la figura di Maria nel Corano. Poi Assad Saaad, sacerdote di rito maronita, racconterà l’esperienza del suo Paese, il Libano, dove l’Annunciazione è stata di recente adottata come festa nazionale, elemento di unità fra le varie comunità del Paese. Infine Francesca Greselin, docente dell’Università Bicocca, spiegherà la figura di Maria come compagna esemplare in ogni momento della vita.

Gli intermezzi musicali saranno affidati alla virtuosa chitarra di Rabah Djnnabi. A fare gli onori di casa sarà Nicole Bergamaschi, laureanda della Bicocca.

L’incontro sarà introdotto da Paolo Branca, docente dell’Università Cattolica e responsabile dei rapporti con l’Islam per il Servizio diocesano dell’ecumenismo e dialogo. La conclusione sarà affidata a monsignor Luca Bressan, vicario episcopale per la cultura della diocesi di Milano.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi