Le Comunità educanti invitate a vivere giornate dedicate all'approfondimento del loro servizio, attraverso il confronto, la riflessione, la preghiera, il coinvolgimento di altre agenzie e la costruzione di nuove alleanze

settimana_educazione_sitto

«Benvenuto, futuro!». Con questa espressione l’Arcivescovo, monsignor Mario Delpini, si era rivolto al mondo della scuola nel Duomo di Milano nella Messa d’Avvento specificamente dedicata agli operatori di quella categoria. «Benvenuto, futuro!» è anche il tema della Settimana dell’educazione (21-31 gennaio), con appuntamenti di preghiera, di confronto, di ascolto, di riflessione, di decisione (attorno ad alcuni passi da compiere singolarmente e di gruppo), negli oratori della Diocesi. Nella Settimana le Comunità educanti si riuniscono per momenti di riflessione, condivisione e scambio fraterno. È l’occasione anche per creare o rinsaldare alleanze con altre agenzie educative.

«Benvenuto, futuro!» è un grido di speranza che esprime quanto valga ancora la pena educare e spendersi per le giovani generazioni. Per questo ogni educatore è chiamato a fermarsi e a prendere tempo per ritrovare la forza della testimonianza. Solo così potrà accogliere le nuove sfide che lo aspettano, con l’obiettivo di aiutare i più giovani a crescere e a costruire il loro futuro, basandolo su scelte fatte alla presenza di Dio e alla luce del Vangelo.

Nella Settimana dell’educazione, dunque, ci sarà un richiamo forte alla preghiera personale e comunitaria degli educatori per confermare le motivazioni che spingono a servire i più piccoli, per riflettere insieme e orientare le scelte per rimettersi all’opera con maggior entusiasmo.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi