In Curia si rinnova l’appuntamento biennale tra l’Arcivescovo e i 41 confessori della Cattedrale, dove si sta potenziando il servizio plurilingue in vista di Expo

di Annamaria BRACCINI

confessioni

Un incontro che si ripete ogni due anni. È quello che avrà luogo giovedì prossimo, 12 marzo, presso la Curia, e nel quale il Cardinale Scola incontrerà i 41 Penitenzieri del Duomo.

Aperto da una riflessione dell’Arcivescovo, l’appuntamento prevede anche un dialogo per approfondire i temi legati al tema delle Confessioni in Duomo, garantite dall’impegno dei Penitenzieri, tra cui alcuni Canonici della Cattedrale, altri sacerdoti ambrosiani e religiosi.

In Duomo si può accedere al Sacramento della Riconciliazione – indicato espressamente dal cardinale Scola come gesto quaresimale – dalle 7 alle 18.30. Inoltre per i fedeli stranieri è prevista la possibilità di compiere la Confessione in spagnolo e in inglese, soprattutto, ma anche in francese, tedesco, giapponese e polacco. Proprio per incrementare la presenza di confessori plurilingue, spiega il Penitenziere maggiore monsignor Gianfranco Meana, si sta lavorando in vista di Expo e dei milioni di visitatori provenienti da ogni parte del mondo.

 

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi