Sirio 20 -25 maggio 2024
Share

Milano

Scienze religiose, imparare a comprendere la bellezza del dono di Dio

L’Istituto superiore apre il 62mo anno accademico. All’offerta formativa vera e propria e al percorso pedagogico didattico da qualche anno si affianca la proposta di un indirizzo pastorale-ministeriale

21 Settembre 2023

All’inizio del nuovo anno accademico ci lasciamo ispirare dalle parole di papa Francesco: «La grazia suppone la cultura, e il dono di Dio si incarna nella cultura di chi lo riceve» (Evangeli Gaudium, n. 115). Consapevole che la grazia e la fede assumono sempre una forma culturale, con i suoi corsi l’Istituto superiore di Scienze religiose di Milano offre la possibilità di diventare più coscienti della bellezza del dono di Dio, che rinnova e trasforma l’umanità dei singoli e delle comunità

Con questo intento si aprono le iscrizioni al 62mo anno accademico dell’Istituto. La proposta formativa tocca molteplici livelli e offre percorsi diversificati. Per l’abilitazione all’insegnamento della religione nelle scuole di ogni ordine e grado, è possibile frequentare i corsi per il Baccalaureato in Scienze Religiose (Laurea triennale) e per la Licenza in Scienze Religiose (Laurea Magistrale). Per chi non fosse interessato al conseguimento di questi titoli, è possibile ottenere il Diploma di cultura religiosa superiore. Il percorso di studio può essere personalizzato in dialogo con il vicepreside.

In campo pedagogico didattico è previsto, ai sensi del punto 4.2 dell’Intesa per l’insegnamento della religione cattolica, un Master di secondo livello destinato ai docenti della scuola primaria e dell’infanzia che intendono insegnare religione all’interno della propria classe. Per accedervi è necessario essere in possesso di una Laurea magistrale in Scienze della Formazione primaria, oppure una Laurea quadriennale del vecchio ordinamento. e un diploma magistrale, o di Liceo socio psico pedagogico, o diploma sperimentale a indirizzo linguistico, conseguiti nel 2001-2002.

Da qualche anno, accanto al percorso pedagogico didattico, prende forma sempre più chiara e specifica, la proposta di un indirizzo pastorale-ministeriale (a servizio dei candidati al Diaconato permanente, ma rivolto anche agli animatori laici dei vari settori della vita ecclesiale), qualificato da uno stimolante tirocinio pastorale sul campo, dedicato all’analisi diretta di alcune attività ecclesiali particolarmente attuali (nel mondo della comunicazione, nell’accompagnamento dei malati, nel dialogo tra le religioni). A fianco di questo percorso due strade: il master della “Spiritualità nella cura”, dedicato alla formazione per la visita e l’accompagnamento dei malati, e il Diploma di arte e teologia. L’Istituto offre inoltre il patrocinio alla “Scuola di alta formazione in spiritual counseling”, un percorso per incrementare le capacità relazionali così da offrire un supporto spirituale.

Nutrita è anche la proposta dei corsi e webinar del Dipartimento per la formazione permanente, che spaziano da questioni di bioetica agli eterni interrogativi sul male, dal rapporto tra Islam e modernità alle vicende storiche, religiose e culturali dell’Oriente cristiano. Si tratta di percorsi validi per la formazione di chiunque desideri formare un giudizio di fede più motivato su problematiche attuali e su temi ancora dibattuti.

Anche sul fronte del dialogo tra le confessioni cristiane e le altre fedi, ogni anno si propone un seminario interreligioso con la presenza di islamici, induisti, buddhisti e cristiani.

Info: la segreteria riceve il mercoledì, giovedì, venerdì e sabato, dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 17 (tel. 02.863503; segreteria@issrmilano.it)