La Famiglia Vincenziana lancia un appello a quanti in tutto il mondo condividono la spiritualità del Santo a partecipare all’incontro online sul tema «Pregare, sognare e collaborare al servizio dei poveri»

TomazMavric
Padre Tomaž Mavrič CM, Superiore Generale della Congregazione della Missione e Presidente del Comitato Esecutivo della Famiglia Vincenziana

La Famiglia Vincenziana – realtà mondiale ispirata al carisma di San Vincenzo de’ Paoli presente in 162 Paesi con 160 Congregazioni e Associazioni di Laici con oltre 4 milioni di membri – organizza il secondo raduno dei responsabili di tutti i rami presenti nei cinque continenti, il 16 e 17 settembre. L’incontro virtuale ha come tema “Pregare, sognare e collaborare al servizio dei poveri” e desidera replicare lo spirito, la condivisione e la fraternità del primo incontro, svolto in presenza a Roma nel gennaio del 2020, poco prima dello scoppio della pandemia. Papa Francesco nell’ottobre 2017, nell’Udienza ai membri della Famiglia Vincenziana in occasione del Simposio vincenziano per i quattro secoli del carisma, dopo averla ringraziata per essere «in movimento per le strade del mondo, come San Vincenzo vi chiederebbe anche oggi», disse: «Vi auguro di non fermarvi, ma di continuare ad attingere ogni giorno dall’adorazione l’amore di Dio e di diffonderlo nel mondo attraverso il buon contagio della carità, della disponibilità, della concordia».

Questo nuovo appuntamento vuole quindi essere una preziosa occasione per lanciare l’invito a riunirsi alla Famiglia a ordini, congregazioni e associazioni che ancora non ne fanno parte ma sentono di condividere con essa spiritualità e carisma (contatti tramite l’e-mail vfo@famvin.org).

L’incontro online – che per esigenze di fuso orario, si dovrà svolgere in due giorni: il 16 settembre per l’Asia e l’Oceania, il 17 settembre per l’Europa, l’Africa e l’America – è articolato in due parti: nella prima, dopo la preghiera iniziale, ci sarà l’intervento di padre Hugh O’Donnell CM su come pregare e vivere come mistici della carità nello spirito di San Vincenzo de’ Paoli e di Santa Luisa di Marillac, cofondatrice delle Figlie della Carità di San Vincenzo de’ Paoli; a seguire un confronto fra i responsabili dei vari rami della Famiglia. Nella seconda parte verranno ripercorsi, attraverso alcuni videoclip, i principali eventi vincenziani degli ultimi quattro anni: il Simposio (2017), il Festival cinematografico vincenziano (2018), il primo incontro mondiale dei responsabili dei rami della Famiglia Vincenziana (2020) e l’iniziativa, in corso, delle tredici abitazioni da donare ai senza tetto.

Il Superiore Generale della Congregazione della Missione, padre Tomaž Mavrič CM, Presidente del Comitato Esecutivo della Famiglia Vincenziana, terrà le conclusioni. Scrive padre Tomaž nella lettera d’invito all’evento: «Venite a provare la gioia di stare insieme ad altri che condividono il vostro stesso spirito», citando quel carisma di San Vincenzo de’ Paoli che ha recentemente festeggiato i quattro secoli di vita. «La visione di Vincenzo ha dato inizio, oltre 400 anni fa, ad un movimento che ha portato ad un nuovo dinamismo internazionale: gli sforzi congiunti di uomini e donne, ordinati e laici, per combattere le forze della povertà sia nelle vite individuali che nelle strutture sociali che la perpetuano».

 

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi