Terza edizione dell’iniziativa di condivisione “Il pane spezzato è più buono dell’aragosta”. Gualzetti: «L’Expo si è appena conclusa, noi continuiamo a tenere vivo il tema anche in questo modo»

poveri

“Il pane spezzato è più buono dell’aragosta”: con questa piccola provocazione Caritas Ambrosiana lancia la terza edizione dell’iniziativa di condivisione per le feste natalizie. L’appello dell’organismo diocesano è rivolto ai milanesi e agli ambrosiani affinché nei giorni di festa aprano le porte di casa e condividano pranzi e cene, più o meno ricche e raffinate, con chi si trova in difficoltà.

Sono graditi inviti a tavola per Natale, Capodanno e l’Epifania, ma sono ben accetti anche per i giorni che coprono l’intero periodo di festa. Saranno gli operatori di Caritas Ambrosiana a girare l’offerta alle persone che usufruiscono dei servizi di assistenza e a comunicare il nome dell’invitato a chi avrà aderito all’iniziativa.

I cittadini che intendono partecipare a “Il pane spezzato” devono dare la loro disponibilità, telefonando al servizio Siloe di Caritas Ambrosiana al numero 02.58431212 da lunedì a venerdì in orari di ufficio.

L’iniziativa prosegue l’impegno di Caritas Ambrosiana sul tema di Expo 2015. «L’Expo si è appena conclusa, ma noi auspichiamo che non ci si dimentichi troppo in fretta del tema per la quale la si è voluta – sottolinea Luciano Gualzetti, vicedirettore di Caritas Ambrosiana -. Questa iniziativa può aiutare a tenere viva la riflessione sul valore della condivisione, senza la quale non sconfiggeremo mai davvero la fame nel mondo».

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi