Il servizio di assistenza ai ragazzi nei compiti accanto alle famiglie - mai interrotto neppure durante il lockdown - propone altre attività fino a metà luglio

MilImg_193_82877_167674_20210603095359_2

La pandemia ha segnato tutti, anche il mondo dei doposcuola. Ma c’è chi non si è lasciato scoraggiare dalle difficoltà e ha continuato a offrire un prezioso servizio ai ragazzi, ancora di più in questo anno scolastico ormai agli sgoccioli. È il caso dell’associazione «Passo dopo passo… insieme», attiva da tempo a Sesto San Giovanni. «In questo anno particolare, per darci coraggio e infondere coraggio, abbiamo utilizzato la sigla Covid come acronimo di “Come vivere diversamente” – spiega il coordinatore dei servizi Michele Ferri -. Abbiamo provato a vivere “diversamente” il “meglio dopo, insieme” (come noi chiamiamo il vecchio doposcuola), ma con risultati che confermano come il servizio risponda ai bisogni dei ragazzi e delle loro famiglie. Lo testimonia il fatto che il 98% dei 140 ragazzi iscritti ha aderito alla proposta quando siamo tornati in modalità da remoto».

In ogni caso la presenza media nel corso dell’anno è stata dell’81% e la grande soddisfazione è che «il 79% dei ragazzi che frequenta non ha nessuna materia insufficiente», dice Ferri. Nell’anno della pandemia la psicologa dell’associazione ha dedicato 80 ore all’ascolto dei ragazzi. Altri obiettivi raggiunti? «Abbiamo aiutato i 35 ragazzi di terza media a entrare, attraverso un laboratorio, nel mondo delle superiori, inoltre 15 studenti hanno ricevuto gratuitamente un pc all’inizio dell’anno scolastico, grazie alla collaborazione con Caritas Ambrosiana».

Accanto ai professionisti, ben 50 volontari si sono resi disponibili verso i ragazzi e non hanno mai interrotto il dialogo neppure con coloro che hanno scelto di non partecipare da remoto. «Il dialogo – continua Ferri – è proseguito con tutte le agenzie educative del territorio: scuole, servizi sociali, Caritas parrocchiali e diocesana. Un grazie particolare va agli educatori professionali che hanno tenuto vivi questi legami, ai sacerdoti e alle religiose delle parrocchie di Santo Stefano e San Giovanni Battista di Sesto San Giovanni e Sacra Famiglia di Rogoredo che hanno continuato a credere nel progetto».

Il lavoro non finisce qui. Spiega il coordinatore ed educatore Simone Anghileri: «Ora l’associazione offre ai bambini che hanno concluso la quinta elementare un percorso laboratoriale in previsione e preparazione alla scuola media, e ai ragazzi che hanno frequentato la prima e seconda media la possibilità di imparare a pianificare e svolgere i compiti delle vacanze estive, accompagnati dagli educatori professionali».

La proposta inizia lunedì 21 giugno e si conclude venerdì 16 luglio con questa organizzazione: quinta elementare lunedì e mercoledì dalle 9.30 alle 11.30; prima e seconda media martedì e giovedì dalle 9.30 alle 11.30. Le attività sono in presenza presso la sede dell’associazione (piazza Petazzi 17, Sesto San Giovanni).

Info e iscrizioni: mdisangiovannibattista@passodopopassoinsieme.it; (Simone Anghileri (tel. 347.7154956)

di Luisa Bove

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi