Sirio 22-29 febbraio 2024
Share

Reportage/2

«Partecipare alla Gmg, una scelta di coraggio»

Questo il saluto del Vescovo ausiliare di Katowice ai giovani ambrosiani ospiti a Rybnik nell’ambito del pellegrinaggio che precede l’evento di Cracovia. Nella prima giornata, Messa nella Basilica di Sant'Antonio, festa d’accoglienza nel campus universitario e serata nelle parrocchie con le famiglie

di Davide MAGGIONI Equipe Gmg

22 Luglio 2016

Mercoledì 20 luglio è ufficialmente iniziato il gemellaggio dei giovani ambrosiani con la diocesi polacca di Katowice. Bandiere, cartelloni, striscioni e famiglie gioiose di condividere: è questo ciò che i giovani provenienti dalla diocesi di Milano hanno trovato nelle diverse parrocchie che li ospitano. Witajcie é la parola che l’ha fatta da padrona: «Benvenuti!», benvenuti nel nostro Paese, nella nostra città, nella nostra comunità, nelle nostre famiglie! Benvenuti a condividere questo pezzo di cammino con noi!

«L’ospitalità, che è una delle opere di Misericordia, appare veramente come una virtù umana e cristiana»: in questa prima giornata abbiamo davvero avuto modo di sperimentare e toccare con mano queste parole, pronunciate da papa Francesco nell’Angelus di domenica 17 luglio.

La giornata di giovedì, prima vera giornata di gemellaggio, è iniziata con la celebrazione della Santa Messa nella Basilica di Sant’Antonio da Padova a Rybnik, l’edificio più alto di tutta la Slesia, che per l’occasione diventa cuore della città e del mondo intero. Ben 53 nazioni hanno reso viva e colorata la celebrazione. Il vescovo ausiliare di Katowice ci ha consegnato queste parole: «Apprezzo la scelta di coraggio che avete fatto nello scegliere di partecipare a questa Gmg».

Con l’augurio di vivere una Giornata della gioventù piena di esperienze capaci di farci crescere e di relazioni edificanti abbiamo lasciato la Basilica e ci siamo recati nel Campus dell’università di Rybnik, dove un grande palco ha fatto da sfondo a una magnifica festa! Canti, balli, la presentazione dei vari gruppi internazionali e l’aria di una vera e propria festa di accoglienza. Siamo a Rybnik, ma allo stesso tempo siamo un po’ a casa. Qualcosa, non a caso con la Q maiuscola, ci unisce, rispondiamo a una chiamata.

In serata preghiere nelle varie parrocchie ospitanti insieme alle famiglie. Ci si trova insieme perché questo è il senso di gemellarsi, di diventare prossimi di qualcuno, di conoscere qualcuno che ha lingua e tradizioni diverse. Andiamo a riposare con la sensazione tangibile che anche lontano da casa qualcuno domattina si prenderà cura di noi, in quanto pellegrini e fratelli. 

 

 

Leggi anche

Reportage/1
Gmg arrivo ambrosiani

Viaggio in Polonia, tra le meraviglie del creato
e l’accoglienza fraterna

L’arrivo dei giovani ambrosiani che, in attesa della Gmg di Cracovia, vivranno il pellegrinaggio con la diocesi di Katowice. La cordiale ospitalità simboleggiata anche dalla condivisione del pane

di don Marco CIANCI Equipe Gmg

20-25 luglio
Rybnik

Ai giovani ambrosiani l’abbraccio
dei gemelli di Rybnik

Sarà un tempo prolungato di fraternità e condivisione, una vera e propria esperienza di amicizia col popolo della Slesia che, grazie alla fede, ha attraversato gli anni più difficili della sua storia: quelli del comunismo e quelli in cui la regione era sotto il governo di altri Stati

di Andrea FERRARIO