Nominato da papa Francesco. Appartenente all’Istituto Missioni Consolata, il religioso è originario di Asso ed era abate del monastero barese di Santa Maria della Scala in Noci

Padre Damiano Ogliari

Padre Donato Ogliari è il nuovo abate ordinario dell’Abbazia territoriale di Montecassino. Lo ha nominato ieri papa Francesco. Prende il posto di don Pietro Vittorelli, dimessosi nel giugno del 2013. Padre Ogliari, finora abate del monastero di Santa Maria della Scala in Noci (Bari), è nato a Erba (Como) il 10 dicembre 1956 ed è originario di Asso (Como). La parrocchia di Asso partecipa all’evento con queste parole di augurio pubblicate sul proprio sito (in allegato): «Il nostro concittadino padre Donato Ogliari è stato nominato da papa Francesco nuovo Abate di Montecassino! Deo Gratias! Alleluia! A lui i nostri migliori auguri con le più belle preghiere. Ad multos annos! Ad altiora!».

Entrato da ragazzo nell’Istituto Missioni Consolata, Ogliari vi ha percorso l’iter formativo fino al sacerdozio. Dopo il liceo classico ha frequentato il biennio filosofico a Torino e il triennio di Teologia a Londra, dove ha ottenuto il Baccalaurato in Teologia e il Diploma di Master of Arts in Scienze Religiose.

Ha fatto la prima professione come membro dei Missionari dell’Istituto della Consolata, a Torino, il 3 settembre 1978 ed è stato ordinato sacerdote il 3 luglio 1982. Dopo l’ordinazione sacerdotale ha fatto una breve esperienza in campo formativo e ha poi proseguito gli studi presso la Katholieke Universiteit di Lovanio (Belgio) dove ha conseguito il Baccalaurato in Filosofia, la Licenza e il Dottorato in Sacra Teologia.

Nel 1988 ha domandato di entrare nell’Abbazia di Praglia (Padova) per iniziare la vita monastica ed essere poi destinato all’Abbazia Madonna della Scala di Noci, dove è entrato nel 1989 ed ha emesso i voti solenni nel 1992. Qui ha ricoperto l’incarico di direttore editoriale della rivista La Scala dal 1990 a oggi, di maestro dei Novizi dal 1993 al 1999, e di priore amministratore dal 2004 al 2006. Nel 2006 venne eletto abate della medesima comunità pugliese, ricevendo la benedizione abbaziale il 7 ottobre 2006.

Nella Provincia italiana della Congregazione Benedettina Sublacense ha rivestito il ruolo di consigliere (dal 2003 al 2012) e di presidente della Commissione per la Formazione (2003-2008). Dal 2008 è vice-presidente della Conferenza Monastica Italiana e dal 2012 è visitatore dei monasteri italiani della Congregazione Benedettina Sublacense-Cassinese. Ha, al suo attivo, la pubblicazione di alcuni libri e di numerosi articoli, soprattutto di carattere teologico e spirituale.

Contestualmente alla nomina di padre Ogliari, papa Francesco, secondo quanto riferisce la Sala Stampa vaticana, ha applicato «all’Abbazia territoriale di Montecassino il Motu Proprio Catholica Ecclesia, con conseguente riduzione del territorio della medesima, disponendo in particolare che: alla nuova configurazione territoriale della circoscrizione ecclesiastica “Abbazia territoriale di Montecassino” appartenga il territorio su cui sorgono la Chiesa Abbaziale e il Monastero, con le immediate pertinenze; alla diocesi di Sora-Aquino-Pontecorvo passino le 53 parrocchie con i fedeli, il clero secolare e religioso, le comunità religiose, i seminaristi; la diocesi di Sora-Aquino-Pontecorvo muti il proprio nome in quello di Sora-Cassino-Aquino-Pontecorvo».

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi